rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
Politica

Idv, scoppia la bufera: lite sul doppio incarico della Chincarini

A sollevare la questione i due consiglieri provinciali dell'Italia dei Valori Michele Curci e Lucia Landucci che mal sopportano le due cariche ricoperte dalla collega, consigliera in Regione e al Comune di Pisa

Alta tensione nell'Idv pisano dove è in corso una diatriba sul doppio incarico di Maria Luisa Chincarini, consigliera regionale e comunale a Pisa. A denunciare le due poltrone occupate dalla Chincarini, i due colleghi di partito e consiglieri provinciali Michele Curci e Lucia Landucci, ai quali non è stata rinnovata la tessera del partito e che appunto si trovano coinvolti in un processo interno all'Italia dei Valori.

Al centro delle polemiche una frase della consigliera regionale che, in una trasmissione radiofonica, ha liquidato la questione affermando che "se dietro di me c'é un Cuffaro, allora non voglio fargli prendere il mio posto". Un'affermazione per la quale Curci e Landucci, insieme ad altri, hanno chiesto immediatamente un chiarimento politico che, spiega lo stesso Curci, "non solo non è arrivato, ma si é deciso solo di punire chi chiedeva comportamenti in linea con le battaglie del partito, proprio a partire da quella contro la casta dei politici".
Dietro il riferimento a Cuffaro si celerebbe Marco Cecchi, primo dei non eletti a Pisa e poi nominato assessore alla Trasparenza nel comune di Pontedera.

Per fare chiarezza sulla vicenda sono intervenuti anche i vertici dell'Idv, con il segretario regionale Fabio Evangelisti e quello provinciale Luigi Buoncristiani che in una nota hanno affermato: "Non è stata decretata alcuna espulsione, semplicemente non è stata rinnovata l'iscrizione al partito a quanti da un anno e mezzo rifiutano di versare il contributo del 10% previsto dallo statuto per coloro che ricoprono incarichi pubblici e amministrativi, designati in quota Idv". Un'accusa che Curci però respinge al mittente: "Sia io che la collega Landucci abbiamo versato quanto ci spettava ai primi di febbraio, la realtà è che tentano di coprire il dissenso politico. Ma per chi come me da 10 anni sul territorio sostiene le battaglie di legalità e trasparenza dell'Idv, non era possibile continuare a tacere sul doppio incarico della Chincarini. Ho parlato di questo anche dentro al partito, citando l'imbarazzo di molti nostri rappresentanti e le risposte che abbiamo ottenuto sono ora sotto gli occhi di tutti". (fonte Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Idv, scoppia la bufera: lite sul doppio incarico della Chincarini

PisaToday è in caricamento