Mercoledì, 23 Giugno 2021
Politica

Manifestazioni contro i neofascismi a Pisa, la Lega Nord: "Si protesti contro degrado e insicurezza"

E' il commento del segretario comunale e assessore a Cascina Edoardo Ziello alla proposta del sindaco Filippeschi di organizzare una mobilitazione per "fermare l'onda nera"

A seguito del commento del sindaco di Pisa Marco Filippeschi circa l'organizzazione di una grande manifestazione in risposta al "ritorno dei neofascismi", come nel caso della bandiera neonazista nella caserma dei Carabinieri a Firenze, risponde il segretario comunale della Lega Nord ed assessore a Cascina Edoardo Ziello: "Filippeschi manifesti contro il degrado e l'insicurezza".

"Il sindaco di Pisa - attacca Ziello - sempre più vicino alla fine del suo mandato fallimentare, è ossessionato dal presunto ritorno di gruppi fascisti e si impegnerà affinché il nostro capoluogo di provincia diventi capofila dei comuni per iniziative antifasciste. La Sinistra crede che la soluzione migliore, per superare la propria crisi interna, sia quella di tentare il recupero di un elettorato che si è spostato a destra o nell'astensionismo, agitando lo spettro del ritorno dei fantasmi del ventennio, non considerando il fatto che la gente ormai è stufa e non crede più a simili fandonie. Le persone normali, che sono la stragrande maggioranza del Paese, dai politici, vogliono delle soluzioni in materia di lavoro e di politiche sociali adeguate che garantiscano agli italiani i primi posti in ogni bando contributivo, rispetto a chi arriva dall'altra parte del mondo. Non vogliono ascoltare il solito isterismo collettivo progressista, rimasto schiavo di un passato che non esiste più". 

Il giovane amministratore si rivolge poi al primo cittadino: "Filippeschi, vorrei vederti in prima fila in una manifestazione contro il degrado e l'insicurezza che attanagliano la città, altro che manifestazioni contro 'l'onda nera' o altre fandonie. L'unica 'onda' che vedo è quella degli alti numeri di immigrati, presenti in città, che tra i loro minimarket e negozi etnici stanno contribuendo a demolire l'identità del capoluogo. Il duemiladiciotto è sempre più vicino".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manifestazioni contro i neofascismi a Pisa, la Lega Nord: "Si protesti contro degrado e insicurezza"

PisaToday è in caricamento