Giovedì, 16 Settembre 2021
Politica Marina di Pisa

Marina di Pisa: Festa di Liberazione

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Anche quest’anno torna la tradizionale Festa di Liberazione a Marina di Pisa, come sempre proprio alla fine della “passeggiata” del lungomare, in Piazza Viviani. Un appuntamento fisso che il Partito della Rifondazione Comunista ha il piacere di rinnovare e che per l'occasione, reduci dalla più che soddisfacente affermazione della coalizione con Una Città in Comune alle ultime amministrative, abbiamo voluto dedicare a tutta la città, alle sue tante problematiche e potenzialità che saranno al centro di numerosi dibattiti organizzati in collaborazione con associazioni, comitati e soggetti impegnati nelle vertenze.

Una festa, dunque, che insieme a spettacoli, buona musica e buon cibo con menù a prezzi volutamente “anti-crisi” si snoderà dal 5 al 21 luglio anche fra tanti dibattiti sulle più stringenti vertenze locali, dando inoltre il via alla macchina organizzativa del partito fra Pisa e provincia, Marina di Pisa primo appuntamento dell'estate a cui seguiranno quelle della zona del cuoio, della valdera, della valdicecina e , novità 2013, a Buti in agosto, possiamo ritenerlo il segno tangibile dell'impegno di tanti volontari e di un radicamento ancora ben presente sui territori del partito della Rifondazione Comunista

Saranno in particolar modo i più giovani i protagonisti del palco di quest'anno: tanti gruppi emergenti di Pisa e provincia che si alterneranno nella cornice di un Rock Contest in 6 serate speciali l'8, il 9, il 10 e l'11 luglio nelle eliminatorie ed il 18 e 19 luglio per le finali con un ambito premio per il gruppo vincente. Oltre a questo sono previste varie serate di ballo liscio e spettacoli, come quello messo in scena dalla compagnia “La Pecchia” scritto e diretto da Massimo Buzzo.

Dulcis in fundo i tanti appuntamenti con la politica. Si parte il 9 luglio con l'incontro “Il ruolo dello SPORT nella società sempre più escludente”, a cui prenderanno parte l'ex allenatore del Bologna e coordinatore di Sel San Miniato Renzo Ulivieri e l'assessore allo sport della Regione Toscana Salvatore Allocca e rappresentanti di organizzazioni sportive de territorio; si continua con l'appuntamento del 10 dedicato a “La scuola e la Costituzione”, dibattito a cura dei Giovani Comunisti con Anna Fedeli (Flc-Cgil nazionale), Alberto Giorgi (tavolo regionale per la difesa della scuola statale) e Samuele Piras (Unione degli Studenti Cobas Scuola - Comitato referendario di Bologna). Lo sguardo al panorama politico non può, poi, esimersi dal toccare le coste sud del Mediterraneo, colpite in questi mesi da grandi capovolgimenti tutti da comprendere e analizzare, ecco dunque che l'11 luglio si terrà l'incontro “Ovunque è Taksim. Ovunque è resistenza. Riflessioni sul movimento in Turchia e sulle sue prospettive” al quale prenderanno parte Federico Oliveri per Rifondazione Comunista, Martina Pignatti (Un ponte per…) e Marco Santopadre (Rete dei Comunisti). Sabato 13 luglio sarà la volta degli “Aeroporti toscani: opportunità per i territori o conflitto tra città? Che vedrà la presenza di Monica Sgherri, capogruppo in regione Toscana, inseme ad operatori del settore, dei rappresentanti istituzionali e delle associazioni ambientaliste coordinati da Andrea Corti consigliere provinciale Pisa

Il mondo del lavoro in crisi sarà invece protagonista domenica 14 luglio, quando si parlerà di lavoro, reddito e sovranità presentando il progetto di Rifondazione Comunista per la creazione di posti di lavoro; una proposta completamente alternativa alle scelte del governa Letta Alfano. Sarà una discussione pubblica delle proposte in compagnia di Roberta Fantozzi, responsabile nazionale lavoro del partito. Saranno presenti esperti di politiche economiche e sociali, esponenti politici e sindacali, lavoratori, RSU e realtà produttive della Provincia di Pisa. La salute di tutti e di tutte per una sanità veramente pubblica sarà invece al centro del dibattito del 16 luglio, a cura del Comitato No Debito, con Stefano Corsini (USB sanità Grosseto), Marco Lenzoni (Tenda della salute Massa), Walter Lorenzi (Comitato No debito), Daniela Vangieri (responsabile regionale sanità Rifondazione Comunista) e le tante lavoratrici e lavoratori della Sodexo, della Misericordia di Pisa, dell’USL 5, dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana e dei comitati locali contro la chiusura di presidi sanitari. La militarizzazione del territorio sarà il tema, invece, dell'incontro del 17 luglio “Militarizzazione del territorio e delle coscienze: come funziona, cosa comporta, come contrastarla”, col saggista e giornalista Manlio Dinucci, Giovanni Russo Spena della direzione nazionale PRC ed esponenti dei comitati NO HUB Pisa, NO MUOS Pisa, No bimbi in caserma. A seguire proiezione materiali video sull’HUB e sul MUOS. Giovedì 18 luglio sarà tempo per parlare di una delle questioni più stringenti per la Regione Toscana: Rifiuti zero. Una strategia realizzabile e necessaria, un’opportunità per l’ambiente, la salute e l’economia. Ne parleremo con Silvia Giamberini, membro comitato di Pisa per la legge rifiuti zero, Barbara Giannini, assessore all’ambiente Comune di Ponsacco per Rifondazione Comunista, Fabio Lucchesi, coordinatore per la Toscana dei movimenti popolari per la legge rifiuti zero ed esponenti del comitato “Non Bruciamoci Pisa” e del comitato contro il pirogassificatore di Castelfranco di Sotto. Durante la serata sarà possibile firmare la Proposta di legge di iniziativa popolare “Rifiuti zero”. Venerdì 19, infine, si terrà l'incontro sulla rappresentanza sindacale e la democrazia sui luoghi di lavoro “Quale democrazia sui posti di lavoro? Perché contrastiamo il nuovo accordo sulla rappresentanza sindacale”, con Marcello Pantani, (Confederazione Cobas), Pier Scaramozzino (USB) ed esponenti della “Rete 28 Aprile-CGIL”, dell'RSU. Serata a cura della Confederazione Cobas Pisa.

La città e la provincia di Pisa saranno poi al centro di due incontri importanti: “Cambiare Pisa dal basso è possibile”, l'assemblea pubblica della coalizione Una Città in Comune - Rifondazione Comunista venerdì 12 luglio, e la serata dedicata ai casi IKEA e Porto di Marina, il 15 luglio, con Franco Allegretti (Comitato per la Salvaguardia di Boccadarno), Maurizio Bini (Rifondazione Comunista) e Marco Ricci, consigliere comunale Una Città in Comune – Rifondazione Comunista.

Infine, sabato 20 luglio per il gran finale de programma politico sarà presente Paolo Ferrero, segretario nazionale Rifondazione Comunista con esponenti de la “Rete delle città solidali”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marina di Pisa: Festa di Liberazione

PisaToday è in caricamento