Venerdì, 23 Luglio 2021
Politica

Coronavirus, i consiglieri Pd: "Buoni e mascherine anche ai non residenti"

Il gruppo consiliare dem chiede maggiori tutele anche a coloro che abitano in città pur non avendo la residenza, come studenti e ricercatori

La consegna di mascherine nei giorni scorsi (foto d'archivio)

"Il Comune di Pisa provveda da subito ad estendere la consegna di buoni e mascherine anche a coloro che hanno la dimora abituale in città o la permanenza nel Comune a causa del divieto di spostamento". E' quanto chiedono i consiglieri comunali del Partito Democratico che intervengono sull'emergenza Coronavirus e sugli aiuti alla popolazione.
"Pisa è una città dove molto studenti, ricercatori e lavoratori vivono abitualmente senza avere la propria residenza. Questi tuttavia alimentano l'economia e la realtà sociale e sono pienamente coinvolti nella nostra comunità - sottolineano dal gruppo consiliare dem - per le recenti restrizioni relative agli spostamenti, con divieto assoluto di spostarsi per tornare alla propria residenza, vi sono tante persone che oggi soffrono nella nostra città e rischiano di essere tagliate fuori".

"Il Comune di Pisa ha ricevuto dal Governo mezzo milione di euro e riceverà dalla Regione un buon numero delle 10 milioni di mascherine. La stessa Regione ha stanziato fondi per gli studenti borsisti per coprire i mesi in più di affitto - concludono dal Pd - rinnoviamo quindi l'invito sia a consegnare subito buoni e mascherine, prevedendo per i primi un accesso facilitato e un controllo degli assistenti sociali, che a estendere queste misure a coloro che, seppur vivano nella nostra città, non sono residenti o sono senza fissa dimora".

(foto d'archivio)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, i consiglieri Pd: "Buoni e mascherine anche ai non residenti"

PisaToday è in caricamento