Politica

Referendum costituzionale: il ministro Pinotti a Pisa per il 'sì'

Successo per la serata organizzata al circolo Arci Pisanova. Pinotti: "L'Italia può cambiare grazie a questa riforma"

Oltre 400 persone a tavola e tantissime altre che non hanno potuto prendere parte all’evento nonostante le richieste. Sono questi i numeri della serata organizzata l'altra sera dal PD Pisa e dai comitati provinciali per il Sì al circolo Arci Pisanova e a cui hanno preso parte, tra gli altri, il ministro della Difesa Roberta Pinotti, il segretario e vicesegretario del PD Toscana Dario Parrini e Antonio Mazzeo, quello provinciale Alessio Lari, il sindaco di Pisa e presidente della Provincia Marco Filippeschi e il segretario comunale Giovanni Viale.

“Ho avuto modo di conoscere Simone Vanni, l’allenatore di Bebe Vio - ha detto il ministro - e mi è venuto da pensare a quanto tutti abbiamo ammirato la sua impresa che, da apparentemente impossibile, si è trasformata in realtà. Mi piace pensare che anche per l’Italia oggi sia un po’ così: un Paese che per 30 anni ha dato l’impressione di essere impossibile da cambiare e da riformare e che invece oggi è in grado di farlo grazie a una riforma che, senza rinnegare il suo passato, ha la forza e il coraggio di guardare al futuro”.

Mazzeo, dal canto suo, ha ricordato che “mancano 40 giorni al voto e quello che dobbiamo fare in queste settimane è lavorare pancia a terra per spiegare nel merito, ai tanti che i sondaggi ci dicono ancora ignorare il contenuto del testo, perché riteniamo giusto dire sì a questa riforma”. “Sono contento - ha aggiunto - della grande presenza dei sindaci, degli amministratori e dei gruppi dirigenti locali del PD perché chiederemo prima di tutto a loro di lavorare in modo capillare sui territori stando in mezzo alla gente, andando nelle case, nei luoghi di lavoro e di istruzione. Lo faremo spiegando che questa riforma guarda al futuro rendendo il nostro Paese più efficiente, diminuendo i costi della politica e aumentando gli spazi di partecipazione attiva dei cittadini. Temi che, nel tempo, sono stati condivisi da tutti ma mai sono stati portati a compimento”.

Lari, infine, ha tenuto a “ringraziare i volontari del circolo e tutti quelli che, nelle prossime settimane, lavoreranno a sostegno della campagna referendaria” ed ha ricordato come “questa sfida non è la sfida di un singolo ma del nostro partito, di una intera classe politica e di una generazione che sta davvero provando a declinare l’Italia al futuro e non più solo al passato”. Una sfida, ha concluso, “che porterà l’Italia ad essere un Paese in grado di rispondere più velocemente e in maniera più adeguata alle sollecitazioni e ai bisogni che arrivano dai territori”.


Infine l’appello alla mobilitazione in vista della manifestazione in piazza del popolo a Roma del 29 novembre con diversi pullman che dalla provincia di Pisa partiranno alla volta della Capitale.  Per informazioni e prenotazioni è possibile rivolgersi ai recapiti 3389242043 - 05045321 - referendum@pdpisa.it.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Referendum costituzionale: il ministro Pinotti a Pisa per il 'sì'

PisaToday è in caricamento