Politica

Disarmo nucleare, approvata mozione: "L'Italia partecipi al gruppo dell'Onu"

Il Consiglio Comunale di Pisa ha approvato la proposta della consigliera Fichi (Art.1-Mdp)

"Preso atto che al gruppo di lavoro dell’Onu riunito a Ginevra per la messa al bando degli ordigni nucleari (dove hanno partecipato 132 Stati) ha visto però l'assenza dell'Italia e dei Paesi attualmente possessori di ordigni nucleari, impegna il Sindaco di Pisa a fare proprio l’appello delle organizzazioni Senzatomica e Rete Italiana per il Disarmo unendosi alla voce della società civile, affinché il Governo partecipi da subito al dibattito per la stesura del Trattato".

Questa, in sintesi, la mozione approvata nell'ultimo Consiglio Comunale di giovedì scorso, 22 giugno, prima firmataria la consigliera Veronica Fichi, capogruppo consiliare di Art.1-Mdp. "Questa mozione - ha poi commentato la consigliera - è un atto importante perché intende sensibilizzare l’opinione pubblica cittadina su i temi quanto mai attuali, a partire dalla presenza di ordigni nucleari nella basi americane presenti nel nostro paese come quelle di Aviano (PN) e Ghedi-Torre (BS)".

La mozione è stata approvata con 14 voti a favore, 6 contri e un astenuto. Hanno votato a favore, oltre alla stessa Fichi,  i consiglieri Francesco Pierotti (Pd), Maria Antonietta Scognamiglio (Pd), Alessandra Mazziotti (Pd), Odorico Di Stefano (I riformisti), Juri Dell’Omodarme (Art.1-Mdp), Ferdinando De Negri (Pd), Lisa Cioncolini (Pd), Francesca Del Corso (Pd), Maria Chiara De Neri (Pd), Simonetta Ghezzani (Si), Stefano Landucci (Possibile), Ciccio Auletta (Ucic-Prc), Marco Ricci (Ucic-Prc), Elisabetta Zuccaro (M5S). Contrari, Raffaele Latrofa (Pisa nel Cuore), Maurizio Nerini (Nap-An), Filippo Bedini (Nap-Fdi-An), Riccardo Buscemi (Fi-Pdl), Mirella Bronzini (Fi-Pdl) e Virginia Mancini (Fi-pdl). Astenuto, Gianfranco Mannini (M5S).  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disarmo nucleare, approvata mozione: "L'Italia partecipi al gruppo dell'Onu"

PisaToday è in caricamento