Mozione in Consiglio Comunale: "Si dichiari lo stato di emergenza climatica"

L'iniziativa di Fridays for Future Pisa sarà dibattuta nella prossima seduta dell'assemblea cittadina

E' prevista per domani, 22 ottobre, la discussione in Consiglio Comunale (verso le 18) della mozione richiesta dal gruppo ambientalista 'Fridays For Future' per chiedere la dichiarazione di emergenza climatica e ambientale.Gli attivisti pisani da ormai un anno si presentano ogni venerdì davanti al Comune per tenere viva l’attenzione sulla necessità di attuare politiche volte alla realizzazione di una strategia di sostenibilità ambientale. La mozione avanza la precisa richiesta di prendere una posizione immediata e far avere alla questione un ruolo prioritario nell’agenda politica.

"Dopo le manifestazioni che si sono susseguite in questi mesi, e che hanno visto scendere in piazza migliaia di giovani, la politica non può più ignorare il problema - afferma Bruno Fracasso, 21 anni, studente di biologia - i comuni posso fare molto in termini di mobilità sostenibile ed efficientamento energetico, e da qui possiamo iniziare a costruire pratiche funzionali ad un cambio di paradigma dell’azione amministrativa, potenzialmente utilizzabili anche in altre realtà pubbliche e private del territorio. l’11 giugno scorso la regione Toscana ha dichiarato l’Emergenza Climatica e approvato in Consiglio una mozione che impegna la giunta sulle tematiche della sostenibilità ambientale; a questa sono seguite le dichiarazioni si molti altri comuni, come Lucca, Livorno, Massa, Napoli, Milano, Torino, Padova, Cesena, Aosta, Acri, che hanno espresso le loro intenzioni programmatiche nelle relative sedi consiliari".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Chiediamo a Pisa di fare lo stesso - dichiara Livia Tolve, studentessa in conservazione ed evoluzione - dando avvio a un percorso il cui scopo primario è tendere alla riduzione a zero delle emissioni locali nette di gas serra entro il 2030 sul territorio comunale. Un percorso da cui la cittadinanza non dovrà essere esclusa. E’ necessario mettere in campo azioni di comunicazione e momenti di condivisione che rendano trasparente l’azione e ne garantiscano monitoraggio. per attuare la partecipazione alle azioni di implementazione del Piano d’azione e la trasparenza del relativo monitoraggio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: 17 nuovi casi, 2 a Pisa

  • Ragazza investita a Marina di Pisa: arrestato il pirata della strada

  • In arrivo piogge e temporali in Toscana: emessa allerta meteo

  • Coronavirus in Toscana: sei nuovi casi, due a Pisa

  • Lungarni, assalto con il tombino all'alba: 'visita' in gelateria e al bar

  • Coronavirus in Toscana, 10 nuovi casi: 3 in più nel pisano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento