rotate-mobile
Politica

Un presidio sanitario dedicato a Gino Strada e Teresa Sarti: la proposta di Diritti in Comune

Il gruppo consiliare guidato da Ciccio Auletta proporrà la mozione nella seduta del Consiglio comunale del 9 novembre

"Chiederemo che venga discussa nel consiglio comunale di domani la mozione, che abbiamo depositato negli scorsi giorni, per intitolare un luogo pubblico della salute nella nostra città a Teresa Sarti e Gino Strada, fondatori di Emergency, associazione che, in 27 anni nei suoi ospedali, ha curato più di 9 milioni di persone": è l'annuncio del gruppo Diritti in Comune in vista della seduta del Consiglio comunale di martedì 9 novembre.

"Tutta la vita di queste due persone è stata incentrata a salvare vite umane e a diffondere una cultura di pace, per cercare di diffondere l'idea che le guerre, tutte le guerre sono un orrore e che non ci si può voltare dall'altra parte per non vedere le facce di quanti soffrono in silenzio - motiva Diritti in Comune - ricucire i corpi e la vita che le guerre toglievano, dal Ruanda del 1994 al Kurdistan, alla Cambogia, all'Afghanistan, e poi la Sierra Leone, il Sudan e l'Uganda; questa la missione della loro vita affiancata dall'attività culturale in Italia e all'estero, dalla campagna per la messa al bando delle mine antiuomo, alla messa al bando della guerra al manifesto per una medicina basata sui diritti umani del 2008, nella convinzione che il diritto ad essere curato appartenga a ciascun essere umano senza distinzioni e che, altrettanto importante della cura, fosse la denuncia delle cause della guerra e della povertà".

La nota del gruppo consiliare continua: "Un'attività portata avanti da un'associazione che non ha mai cercato di sostituirsi al settore pubblico, ma anzi ha sempre agito per sollecitare un suo potenziamento. Anche di fronte al dramma della pandemia Sars Covid-19 e al disastro della gestione sanitaria italiana soprattutto nei primi mesi del 2020, Gino Strada ha ribadito l'importanza di rafforzare il sistema sanitario pubblico, unica garanzia per un sistema di prevenzione e cura territoriale diffusa". "Per questo - conclude Diritti in Comune - chiediamo che un presidio sanitario o socio-sanitario della nostra città porti il nome di Teresa Sarti e Gino Strada, perché l'impegno sociale per una sanità universale e gratuita, insieme alla lotta contro le ingiustizie e le guerre, sono principi fondanti anche dei servizi socio-sanitari cittadini".

Fonte foto: Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un presidio sanitario dedicato a Gino Strada e Teresa Sarti: la proposta di Diritti in Comune

PisaToday è in caricamento