Politica

Nuova sede motorizzazione civile: il contratto è ancora da firmare

"Città presa in giro" denuncia il Capogruppo di Forza Italia Riccardo Buscemi: manca la copertura finanziaria da parte del Ministero delle Infrastrutture per il canone di locazione, il rischio è che salti il trasferimento nella sede di Ospedaletto

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Grazie alle sollecitazioni che sin dall’inizio della consiliatura il Gruppo di Forza ha rivolto al Sindaco di Pisa che si è prontamente attivato, sembrava scongiurata la chiusura della Sede provinciale di Pisa della Motorizzazione Civile. Dopo il trasferimento provvisorio nella sede messa a disposizione dal Comune in Via Bellatalla, nel mese di dicembre 2020 è stata espletata con esito positivo (aggiudicataria la società Valdarno) una gara per la scelta della sede definitiva della MCTC in cui gli uffici si sarebbero dovuti trasferire in tempi brevissimi, spazi in grado di ospitare tutto l’organico e consentire così l’apertura continuativa degli sportelli. Addirittura, per favorire il servizio e l’utenza, e dovendo liberare definitivamente i locali di San Giuliano Terme, Valdarno ha consentito di occupare già gli spazi destinati ad archivi cartacei, in attesa della preventiva autorizzazione di spesa del Ministero delle Infrastrutture senza la quale non può avvenire la firma del contratto, il trasloco e l’apertura degli uffici. A tutt’oggi manca ancora la copertura finanziaria per firmare il contratto, né sono state fornite tempistiche in merito, facendo ampiamente scadere il termine del 16 aprile ingiunto da Valdarno come data limite di attesa, oltre la quale l’aggiudicataria si riterrà libera, valutando anche l’eventuale richiesta di risarcimento per mancato guadagno. Tutto in ciò in dispregio dell’utenza, dei lavoratori del settore e della città di Pisa e del suo Comune, che si sono messi a disposizione trovando una idonea soluzione per evitare la chiusura della Motorizzazione a Pisa. Purtroppo la città è, ancora una volta, stata presa in giro, le sue istituzioni, i suoi cittadini, tutti i lavoratori, dipendenti e autonomi del settore. Tutto ciò premesso il sottoscritto Riccardo Buscemi, Consigliere Comunale di Pisa, Capogruppo di Forza Italia, domanda al Sindaco quale iniziativa intende attivare per lo sblocco della situazione al fine di ottenere la copertura finanziaria da parte del Ministero, la sottoscrizione del contratto e il trasferimento definitivo della Motorizzazione nei nuovi locali messi a disposizione dalla Valdarno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova sede motorizzazione civile: il contratto è ancora da firmare

PisaToday è in caricamento