Politica

Integrazione aeroporti toscani, Pisa è unita: "No all'Opa degli argentini"

Approvato all'unanimità un ordine del giorno per Pisa aeroporto Internazionale, Peretola city airport. Tutte le forze politiche si sono dimostrate d'accordo con la posizione espressa dal sindaco che teme una penalizzazione del 'Galilei'

Un ordine del giorno bipartisan del Consiglio Comunale, fortemente voluto dal sindaco di Pisa, Marco Filippeschi e approvato all'unanimità, conferma l'indisponibilità ad aderire all'Opa di Eurnekian per la società Sat: "La città è unita a far rispettare i patti", è il parere del primo cittadino a margine dei lavori del Consiglio. Il riferimento è al patto parasociale che regge il pacchetto azionario pubblico della società aeroportuale pisana. Il mandato dell'assemblea cittadina è affinchè Filippeschi faccia adempiere ai vincoli previsti anche dalla Regione: alle pagine 14-15 capitolo 9 il patto stabilisce una penale del 25% sul valore della capitalizzazione della società in Borsa nel momento in cui un'inadempienza faccia perdere la maggioranza del pacchetto azionario al socio pubblico.

Nella fattispecie, in caso di offerta pubblica d'acquisto, serve il consenso di tutti gli azionisti. "Non faremo sconti a nessuno nè un regalo ai privati - ha ribadito Filippeschi in aula - non si fa una privatizzazione con i blitz e i soci non possono sottostare a tempi di chi ha avanzato offerta pubblica d'acquisto". La preoccupazione è soprattutto per le dimensioni dell'ampliamento prospettato per l'hub fiorentino. "La pista di 2.400 metri con altri 500 metri di sicurezza renderebbe Peretola pienamente competitiva rispetto al Galilei", da qui la proposta di Pisa di costruire "un percorso insieme ai privati, mantenendo per ora quota pubblica".

FORZE POLITICHE. Durante la seduta sono poi intervenute le varie forze politiche che si sono pronunciate sulla vicenda che in questi giorni è balzata agli occhi delle cronache dopo il duro botta e risposta tra Pisa e Firenze e la posizione espressa dal governatore della Regione Toscana Enrico Rossi che si è dichiarato disponibile a vendere le quote all'argentino Eurnekian, patron di Corporacion America.
Tra i punti di vista espressi quello del consigliere Giuseppe Ventura (In lista per Pisa), “pretendiamo da chiunque proponga l’acquisto delle quote un serio ed articolato piano industriale”, del consigliere Diego Petrucci (Noi adesso Pis@), “è stato un errore aver creduto ad una holding con Firenze”, del consigliere Armando Paolicchi (SEL),”si paga uno sconto all’interno del Pd”, del consigliere Odorico Di Stefano (i Riformisti), “la pista parallela all’autostrada, la pista di Peretola, sarà uno spreco di denaro pubblico”, di Giovanni Garzella (FI-PdL), “sul piano politico la città ha perso!”, dell consigliere Riccardo Buscemi (Fi-PdL) “promuoviamo  un esposto, alla Commissione Europea contro gli 'aiuti di Stato' su cui confida Firenze per realizzare la pista di 2400 metri, creando, a neanche 70 chilometri, un duplicato di un grande aeroporto” , del consigliere Raffaele Latrofa (NCD), “lavoro perché l’incontro con il ministro Lupi, del mio stesso partito, avvenga il prima possibile”, del consigliere Ciccio Auletta (Una città in comune-Prc), ”per il vicesindaco Nardella, Peretola è tema fondamentale per la campagna elettorale”,  del consigliere Andrea Ferrante (PD), “richiamare il campanilismo è stato offensivo”, della consigliera Simonetta Ghezzani (SEL), “i giochi non sono fatti, è necessario fare  battaglia, ci sono profili anche penali!”, della consigliera Valeria Antoni (M5S), “la partita non è ancora chiusa”, del consigliere Marco Ricci (Una città in comune-Prc), “occorre una mobilitazione di tutti i cittadini”, della consigliera Rita Mariotti (In lista per Pisa),”non c’è stata nessuna discussione, non c’è stato un percorso pubblico”, e, infine, della consigliera Elisabetta Zuccaro (M5S), “bravo sindaco per essere andato contro logiche di parte ma vigileremo perché l’amministrazione porti fino in fondo questa battaglia!”.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Integrazione aeroporti toscani, Pisa è unita: "No all'Opa degli argentini"

PisaToday è in caricamento