Ordinanza anti-bivacco, Picchi (Pd): "Ziello è ormai un disco rotto. Il 5 sarò in piazza"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Ho letto l’articolo in cui Ziello (mi rivolgo a lui nella carica di Sindaco di fatto di questa città) attacca Danti per la sua presa di posizione contro l’ordinanza “anti seduta.”
Di nuovo...sì perchè già un anno fa abbiamo assistito alle stesse sceneggiate: l’ordinanza, le multe, l’attacco agli studenti....tutto in nome del “decoro”. Neppure un minimo di fantasia...solo repliche del nulla.
Il decoro di una città è cosa seria e investe molti aspetti, Ziello e la sua maggioranza oggi non hanno raggiunto nessun risultato significativo ma semplicemente perchè non hanno amministrato.
Abbiamo una città vuota, dove viene inibita qualunque iniziativa per rivitalizzarla (ultima in ordine di tempo Pisa in Fiore). Una città che vede perdere le caratteristiche di città turistica toscana. La vicenda dell’apertura in borgo dell’ennesima filiera della grande distribuzione lo dimostra bene. Un disastro annunciato e figlio di un regolamento approvato in fretta e furia a cui noi ci siamo opposti in ogni modo e che oggi manifesta tutti i limiti e le contraddizioni che avremmo potuto evitare. Non tocco per brevità il tema di un’Università che sceglie Pontedera anzichè la città dove ha la propria sede.
E’ di pochi giorni fa la notizia che Volterra ha superato come presenze Pisa e Firenze. Santi e la sua giunta hanno colto realmente le opportunità di rivitalizzazione del territorio legate alla candidatura di Volterra a capitale della cultura e i risultati stanno già arrivando. Non si sono accontentati di una conferenza stampa, loro lo hanno fatto davvero. Qua a Pisa invece abbiamo una lotta infinita fra la giunta ed un tessuto culturale e commerciale continuamente mortificato e vessato. Vada a Volterra onorevole a vedere con i suoi occhi, apra i suoi orizzonti!
Caro Ziello, non è questione di essere radical - chic ma di studio, approfondimento ed esperienza, tutto quello che per lei e la sua giunta sono un disvalore. Peccato che poi a farne le spese siamo noi cittadini e mi creda, non mi dà nessuna consolazione l’ennesimo “ve l’avevo detto”.
Caro Sindaco/Onorevole, il 5 settembre sarò in piazza e ovviamente sarò seduta. Se come l’hanno scorso manderà le idropulitrici a mandarci via stia tranquillo che come allora io rimarrò seduta.
Torna su
PisaToday è in caricamento