Politica

Consiglio comunale: 13 ordini del giorno approvati nella lunga maratona per il via libera al Bilancio di previsione

Presentati complessivamente circa 200 emendamenti

Il presidente del Consiglio comunale Alessandro Gennai

Dopo tre giorni di dibattito ininterrotto per oltre 40 ore di discussioni, lo scorso giovedì 24 dicembre, intorno alle 5,35 del mattino, il Consiglio Comunale con i voti dei consiglieri comunali di maggioranza (Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia), ha dato il via libera al Bilancio di previsione 2021.
Sono stati complessivamente presentati circa 200 emendamenti. Di questi 90 dai consiglieri comunali del Pd, oltre 80 dal consigliere Francesco Auletta (Diritti in Comune) e 18, infine, dai consiglieri di maggioranza Riccardo Buscemi e Virginia Mancini, entrambi di Forza Italia. I consiglieri comunali hanno votato oltre 400 volte tra emendamenti e ordini del giorno.

Gli ordini del giorno che sono stati approvati sono stati 13.

Uno di questi è stato presentato dalla prima Commissione Consiliare (Urbanistica) – su proposta del consigliere Marco Biondi (Pd) e presentato dal presidente Maurizio Nerini (FdI PNC) - dà il via libera allo studio per una nuova pista ciclabile su Viale della Cascine. Il secondo ordine del giorno, promosso dalla Terza Commissione Consiliare (Cultura) chiede “di provvedere le risorse necessarie tali a garantire all’Istituto Toniolo di Pisa l’attivazione dell’indirizzo musicale”. 

Il terzo ordine del giorno, presentato dai consiglieri Vladimiro Basta (Pd) e Olivia Picchi (Pd), chiede nuove iniziative a sostegno del volontariato.

Il quarto ordine del giorno, presentato dai consigliere Matteo Trapani (Pd) e Marco Biondi (Pd), chiede la costituzione di un polo unico museale cittadino e di area.

Il quinto e il sesto ordini del giorno riguardano misure a sostegno degli studenti con disabilità. Questi ultimi due ordini del giorno sono stati presentati dai consiglieri comunali Maria Antonietta Scognamiglio (Pd) e Matteo Trapani (Pd).

Il settimo ordine del giorno, presentato dai consiglieri Benedetta Di Gaddo (Pd) e Andrea Serfogli (Pd), riguarda la cessione di aree pubbliche per la realizzazione del cappotto termico energetico.

C'è da sottolineare il voto favorevole dei gruppi di maggioranza che hanno ritenuto questi ultimi atti validi e votabili a vantaggio di tutta la città, mentre l’ottavo ordine del giorno è stato presentato da tutti i capigruppo consiliari sia di maggioranza che di opposizione  - Matteo Trapani (Pd), Gabriele Amore (M5S), Riccardo Buscemi (Fi), Paolo Cognetti (Lega), Maurizio Nerini (FdI PNC) e Antonio Veronese (Patto Civico)  - chiede nuove misure a sostegno del volontariato.

Il nono ordine del giorno, presentato dai capigruppo consiliari di maggioranza Paolo Cognetti (Lega), Riccardo Buscemi (Fi) e Maurizio Nerini (FdI PNC),  sottolinea che il bilancio di Previsione, preveda invariazioni dell’azione fiscale, aiuto alle fasce più deboli della popolazione e nuovi investimenti per far ripartire la città dopo la pandemia.

Il decimo ordine del giorno “Riportare i pisani  a vivere a Pisa”, è stato presentato dal consigliere Maurizio Nerini (FdI PNC) per cercare sistemi idonei per invertire la tendenza degli ultimi anni di andare ad abitare nei comuni limitrofi.

L’undicesimo ordine del giorno, presentato ancora dal capogruppo FdI PNC Maurizio Nerini, chiede la riqualificazione della pista ciclabile tra via Monte Rosa e Via Ponticelli, nel quartiere di Putignano, esigenza segnalata dagli stessi abitanti.

Il dodicesimo e il tredicesimo ordini del giorno, presentati entrambi dalla consigliera Giulia Gambini (FdI PNC), chiedono misure a favore delle persone con disabilità e nuovi interventi per le scuole cittadine, soprattutto per i cablaggi alla rete.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio comunale: 13 ordini del giorno approvati nella lunga maratona per il via libera al Bilancio di previsione

PisaToday è in caricamento