Politica

Strisce blu sul litorale, attacco al Ctp1: "Un niente senza contenitore"

Duro attacco della consigliera FI-Pdl del Ctp1 Carli e del consigliere comunale di Noi Adesso Pis@ Nerini che accusano l'amministrazione comunale e la presidente Bomba di non aver ascoltato il parere di cittadini e forze politiche

Dopo le dimissioni rassegnate dai consiglieri di minoranza del Ctp1 del litorale, come forma di protesta alle decisioni della Giunta Comunale per quanto riguarda gli stalli blu a Marina di Pisa, Tirrenia e Calambrone (con la loro estensione e il pagamento anche nei giorni feriali dal 15 luglio al 20 agosto), interviene Eleonora Carli, consigliere del Consiglio Territoriale di Partecipazione del Gruppo Forza Italia - Pdl, che sottolinea come le dimissioni siano "una reazione dura all'ultimo atto di forza esercitato dalla Giunta Comunale pisana, che con l'approvazione della delibera riguardante l'attuazione degli stalli blu sul litorale, ha ancora una volta scavalcato il ruolo del Ctp1". "Ctp1 che già due anni or sono aveva espresso parere negativo circa la sosta a pagamento sul litorale, in particolare a Marina di Pisa - afferma Carli - ma l'assessore Forte, succeduto a Gai sulla poltrona della mobilità, va dritto per la sua strada, noncurante dei molteplici malumori che serpeggiano ormai in tutti gli ambienti. Nè tantomeno la presidente del Ctp1, Annalisa Bomba, ha tentato la strada della mediazione per trovare un punto di incontro tra la pubblica amministrazione e tutti quei residenti, forze politiche ed operatori commerciali che sin dall'inizio hanno detto no agli stalli blu". "La stessa presidente - precisa Carli - ha altresì tenuto un atteggiamento indifferente alla problematica, di fatto tutelando le scelte del suo partito di appartenenza, il Pd, anzichè privilegiare il benessere e la salvaguardia del territorio. Se dunque il Ctp non è considerato quale strumento di collegamento tra le esigenze dei cittadini e l'amministrazione pubblica, ma solo una cassa di risonanza delle attività del Comune, allora può anche non esistere".

Critico sull'operato della presidente Bomba anche il consigliere comunale di Noi Adesso Pis@ Maurizio Nerini, per il quale "le dimissioni di tutti i componenti della minoranza non sospendono un bel niente perché il Ctp1 a guida Bomba è un 'niente senza contenitore' che continua a perdere autorevolezza a favore di altre realtà come il CCN di Simona Rindi (consigliere Nap nel Ctp1, ndr) che ha fatto grandi cose e forse è proprio questo che dà noia". "I tentativi di molti delle opposizioni di lavorare negli ultimi mesi è stato 'castrato' dalla presidente, le richieste di assemblea pubblica per il problema spiagge ghiaia snobbate, boicottato con tutti i mezzi l'incontro organizzato dal CCN, dove grande assente era proprio il Ctp1 che si cerca di salvare con mezzucci risibili tipo le 'dimissioni sospese' del socialista Sagliocco tirato come sempre per la giacca - prosegue Nerini - di democratico non c'è più nulla, di buonsenso nemmeno, di ridicolo molto soprattuto da chi lo scorso anno fu salvata da cavilli burocratici e non ha avuto il buon senso di dimettersi onorevolmente e ora parla di irresponsabilità".

Poi la questione stalli blu. "L'assessore Forte è andato solo una volta in Ctp1 e mai ha parlato di estensione a tutti i giorni del provvedimento da metà luglio a metà agosto su tutto il litorale - dichiara il consigliere comunale di Noi Adesso Pis@ - le reticenze, la fretta dimostrata, le strisce fatte di notte, l'arroganza nelle risposte, soprattutto le motivazioni del provvedimento denotano una impreparazione e una scarsa sensibilità, già dimostrata in altri campi, che mettono in difficoltà tutta la Giunta, anche gli assessori che hanno imparato ad apprezzare chi sul litorale si dà da fare, lavora tutti i giorni, spesso senza ricevere un soldo in cambio, senza problemi di appartenenza politica. A Simona Rindi poi va tutto il nostro appoggio e la nostra solidarietà, delle scuse pubbliche sarebbero il minimo, ma dubito che arrivino da chi si chiama democratico e fa dello scontro politico una ragione vita e di odio".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strisce blu sul litorale, attacco al Ctp1: "Un niente senza contenitore"

PisaToday è in caricamento