Parcheggio alla Cittadella, Nerini: "E' 'eventuale' e al servizio del Museo delle Navi"

Il consigliere comunale e presidente della Prima Commissione ribatte alla polemica sollevata dalle opposizioni

Il consigliere e capogruppo di Noi Adesso Pisa-Fratelli d'Italia, Maurizio Nerini, anche presidente della Prima Commissione Consiliare, vuole fare "chiarezza una volta per tutte" sulle intenzioni dell'amministrazione circa la riqualificazione dell'area della Cittadella. Dopo quanto annunciato lo scorso 21 ottobre si è infatti acceso il dibattito pubblico sulla progettualità dell'area, fra Nerini che spiegava l'assenza di finanziamenti per interventi complessivi sul parco, dovendo quindi "procedere a step", badando a "ciò che è realistico" e cioè alla "riqualificazione del percorso che c'è tra i due Arsenali", valutando poi per tutta l'area anche altri progetti di recupero, diversi da quello presente targato Filippeschi e datato 2015. Non sono quindi mancate le critiche delle opposizioni e dell'ex sindaco di Pisa. (Leggi le dichiarazioni fatte in Commissione).

In quel contesto si è parlato della possibile previsione di un parcheggio. Per Nerini "le opposizioni pisane, o meglio il Pd" ha alzato un "polverone che ha del patetico". Racconta il consigliere: "Si chiede con insistenza in Prima Commissione l'argomento di riqualificazione della Cittadella, argomento già trattato nel focus dei quartieri, e l'assessore Dringoli spiega che non ci sono soldi per realizzare la riqualificazione completa, che l'intervento non rientra nelle opere pubbliche preventivate, ma che si può pensare a sistemare il percorso tra i due Arsenali. Quindi all'arch. Biondi, Pd, esperto in materia, viene affidata la stesura di un odg della Commissione che avviasse questa riqualificazione minima. Dato un dito, il buon Biondi si prende molto più del braccio purtroppo. Quando la cosa viene fatta notare, riportando la discussione e i successivi atti della Commissione in binari più seri, il Pd non trova di meglio che durante la votazione mandare ai giornali un comunicato con dati non veri proprio sugli atti in corso di votazione".

Nerini quindi affronta l'elemento nuovo del possibile parcheggio, tutto da progettare, ipotesi emersa diceva il consigliere in Commissione da "un'indicazione arrivata ultimamente" legata ad una "interlocuzione con la Soprintendenza da parte del sindaco". Ora Nerini spiega che "nell'atto votato dalla Commissione si chiede di prevedere 'anche una eventuale area di parcheggio' asservito al Museo delle Navi e che a detta di tutti è necessario, ma da allora i titoli sono sul parcheggio alla Cittadella! Una incredibile la manipolazione della notizia, si mente sapendo di mentire e sulla quale si sono sentiti in diritto di intervenire tutti a partire dai politici trombati. Anche il termine 'a verde' riferito al parcheggio, nell'atto ufficiale presentato al Consiglio Comunale non compare, ma devo ammettere che inserirlo era stata una provocazione nella quale è caduto l'altro architetto della Commissione, il grillino Tolaini. Mi scuso per 'ossimoro provocatorio', ma la reazione stizzita è stata troppo bella da vedere e ha i suoi effetti anche oggi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"In conclusione - chiude Nerini - tutti sappiamo l'importanza dell'area lasciata al degrado e allo spaccio per decenni non certo da noi, e sulla necessità di un progetto specifico per avviare un discorso di riqualificazione totale, ma questo non potrà avvenire realisticamente a breve termine e certamente non con progetti di chi poteva fare e non ha fatto o di chi è meglio che non faccia mai".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto contro moto a San Giuliano Terme: muore 31enne

  • Trovato morto con una freccia di balestra nel petto

  • Lutto all'Aoup: dottoressa muore a 36 anni

  • Coronavirus in Toscana: solo 5 i nuovi casi, 2 i decessi

  • Coronavirus in Toscana: 14 nuovi casi e 6 decessi

  • Coronavirus in Toscana, 18 nuovi casi: un decesso nel pisano

Torna su
PisaToday è in caricamento