Giovedì, 28 Ottobre 2021
Politica

Parchimetri senza bancomat, Buscemi (FI-Pdl): "Ancora troppo pochi in città"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Sono sempre più numerose le sentenze di Giudici di Pace di ogni parte d’Italia che dichiarano nulle le multe inflitte agli automobilisti che parcheggiano sugli stalli blu senza effettuare il pagamento della sosta, se il parchimetro non è abilitato ad accettare il bancomat. Con buona pace per le Amministrazioni Comunali che se citate rischiano di soccombere in giudizio perché la legge, esattamente all’articolo 901 della legge di stabilità del 2016 prevede che dal luglio 2016 i “dispositivi di controllo di durata della sosta” (parchimetri) debbano accettare anche pagamenti effettuati attraverso carte di debito e carte di credito”. Ne consegue che laddove lo strumento non accetti la moneta elettronica, l’automobilista può sostare gratis e l’eventuale multa è illegittima. Da un rapido esame della situazione in Toscana, c’è da dire che poche sono le città che si sono prontamente adeguate alla Legge: solo a Lucca, tra i capoluoghi di Provincia, tutti i parcheggi del territorio comunale sono dotati della modalità di pagamento con carte dì credito, e in più la sosta si può pagare anche tramite APP. A Pisa, invece, solo una parte degli oltre cento parcometri sarebbe abilitata al pagamento con moneta elettronica, e l’estensione della sosta a pagamento sul Litorale Pisano deliberata dalla Giunta ad inizio anno è avvenuta installando sul territorio tanto parcometri “regolari” quanto parcometri “irregolari”.
Tutto ciò premesso, il sottoscritto Consigliere Comunale Riccardo Buscemi interpella il Sindaco, con preghiera di risposta in aula, per conoscere:
• se è intenzione dell’Amministrazione abilitare tutti i parcometri al pagamento con moneta elettronica ed i tempi di conclusione del processo di abilitazione;
• se per coprire l’investimento per l’adeguamento dei parcometri è prevista una manovra tariffaria sulle spalle dei cittadini;
• se nelle more, l’Amministrazione Comunale non intenda procedere in autotutela disponendo la sosta gratuita sugli stalli blu privi di parchimetri abilitati all’accettazione della moneta elettronica;
• se, in autotutela e per evitare di soccombere in giudizio, l’Amministrazione Comunale non intenda procedere all’annullamento autonomamente di tutte le sanzioni amministrative (multe) inflitte per mancato pagamento agli automezzi in sosta sulle aree ancora prive di parchimetri abilitati al pagamento con moneta elettronica a partire dall’entrata in vigore dell’articolo 901 della legge di Stabilità del 2016 ad oggi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parchimetri senza bancomat, Buscemi (FI-Pdl): "Ancora troppo pochi in città"

PisaToday è in caricamento