Politica

Peccioli, lista 'Un comune per tutti': richiesta stralcio dei punti 3 e 5 all'odg del consiglio comunale del 30.11.2015

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

OGGETTO: Richiesta di rinvio della discussione sui punti n.3 e 5 all’O.d.G. del Consiglio Comunale del 30 novembre 2015

Gentile dott.ssa Viale,

ci duole constatare per l’ennesima volta l’inottemperanza da parte di codesta Amministrazione, delle norme che regolano la convocazione e lo svolgimento delle sedute consiliari.

Non solo, come già segnalato dai colleghi di opposizione, il Sig. Sindaco e la sua Giunta stanno contravvenendo all’Art. 6 del regolamento comunale e all’Art.39 comma 2 del D.Lgs. 267/2000, che li impegnano a convocare una seduta consiliare secondo le due richieste presentate a firma congiunta dai gruppi di minoranza; non solo il Sindaco sta abusando di fatto del proprio ruolo di Presidente del Consiglio Comunale impedendo concretamente la discussione delle mozioni e interrogazioni presentate dalle minoranze consiliari negli ultimi 9 mesi; come già capitato in altre occasioni, l’assemblea consiliare si appresta a discutere e determinare su due punti all’OdG, il n.3 e il n.5, di cui non ci è pervenuta alcuna documentazione, come invece prescrive la Legge, che Lei ben conosce.

Al di là degli aspetti formali, che costituiscono comunque parte essenziale degli strumenti con cui la democrazia si realizza, e che La riguardano in prima persona, dato il Suo ruolo di garante della regolarità giuridica di quanto deliberato dagli organi istituzionali del Comune, ci preme metterLa al corrente delle nostre riserve sul clima in cui temiamo si trovino ad operare i dipendenti comunali, che a Lei rispondono, come da organigramma. Conoscendo infatti la professionalità e la tempestività con cui essi generalmente adempiono alle richieste loro presentate dai consiglieri comunali, ci ha stupito non poco il ritardo con cui è stato dato seguito, nei giorni scorsi, alla nostra richiesta di ricevere i documenti succitati. E ancor più ci ha stupito che, di fronte alla reiterazione delle nostre richieste, essi si siano fatti dapprima negare telefonicamente, e poi ci abbiano inviato telematicamente documenti diversi da quelli richiesti, lasciando inevasa la domanda e facendo trapelare una sorta di imbarazzo nel farlo.

Ribadendo infine che al momento della formulazione della presente richiesta, ampiamente scaduto il termine di 48 ore previsto dall’art. 12 del “Regolamento comunale per le adunanze e il funzionamento del Consiglio Comunale”, non ci è pervenuta alcuna bozza delle determinazioni sui citati punti 3. e 5. all’OdG, Le chiediamo di agire secondo quanto Le compete per dissuadere il Sig. Sindaco dal procedere con le votazioni su tali punti e, in ogni caso, La diffidiamo dal ratificarne la regolarità giuridica. Diversamente, ci riserveremo di contestare nelle opportune sedi le modalità con cui i relativi provvedimenti saranno stati deliberati.

Con l’occasione porgiamo i nostri più cordiali saluti,

Davide Castagni Fabbri

Matteo Marianelli

Gruppo consiliare UN COMUNE PER TUTTI

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Peccioli, lista 'Un comune per tutti': richiesta stralcio dei punti 3 e 5 all'odg del consiglio comunale del 30.11.2015

PisaToday è in caricamento