Domenica, 19 Settembre 2021
Politica

Petizione per la sicurezza a Vicopisano

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Di fronte al riacutizzarsi di fenomeni predatori che destano sgomento e preoccupazione nell’opinione pubblica, a Vicopisano dove i residenti sono appena 8.500, oltre cittadini, aderendo all’iniziativa della Lega Nord,  chiedono a gran voce alle istituzioni una maggiore sicurezza con una più consistente presenza notturna e diurna delle forze dell’ordine;  che il Comune investa in vigili urbani, recentemente è stato assunto un istruttore amministrativo all’ufficio tecnico, mentre non viene neanche più ingaggiato il vigile estivo, che per sei mesi,  quando l’organico era di sei unità, consentiva  l’avvicendamento delle ferie senza ricadute negative sui servizi da svolgere. Ora il personale è ridotto a  cinque unità: l’ex comandante Maritan è in apettattiva, avendo preferito andare a svolgere un altro incarico altrover e l’attuale comandante Fabio Bacci, pur avendone l’intenzione, miracoli non ne può fare.  La gente si chiede come mai non esca dopo cena almeno una volta alla settimana  un’auto dei vigili con un lampeggiante acceso per perlustrare il territorio: attualmente la polizia municipale effettua solo venti uscite serali all’anno, d’estate, in concomitanza con i vari eventi. Si pretende che finalmente funzionino le telecamere a postazione fissa, è attiva solo quella posizionata a palazzo Pretorio e l’immediata accessibilità ai dati da parte dei Carabinieri della locale Stazione di San Giovanni alla Vena.  C’è da dire che l’amministrazione veleggia alla grande mandando in onda solo affermazioni d’intenti: tante parole, le solite, alle quali i cittadini, in assenza di fatti concreti, non credono più da tempo. I soldi non mancano. Il bilancio vicarese è florido ed ogni anno vede il dilatarsi della spesa corrente ed un aumento delle entrate dovute alle tasse, che nonostante il periodo di crisi salgono ad un ritmo medio annuo dell’otto per cento. Investire in sicurezza dipende esclusivamente dalla volontà politica di chi governa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Petizione per la sicurezza a Vicopisano

PisaToday è in caricamento