Mercoledì, 22 Settembre 2021
Politica

Petizione popolare per la democrazia costituzionale

Lunedì' 27 febbraio al Centro Sociale di San Pietro in Belvedere si parlerà' di una nuova legge elettorale che rispetti lo spirito della Costituzione della Repubblica Italiana e la volontà' dei cittadini che hanno votato il 4 dicembre per difenderla.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Restituire la sovranità agli elettori L'assemblea nazionale dei Comitati territoriali per il No alla riforma costituzionale, ha deciso di promuovere una raccolta di firme sulla Petizione per una legge elettorale coerente con la Costituzione italiana. E' importante raccogliere un significativo numero di firme per consentire ai valori costituzionali, contenuti nella Petizione, di stare in campo durante tutta la fase di discussione parlamentare per un nuova legge elettorale. Il Coordinamento Democrazia Costituzionale della Valdera, al fine di presentare i principi della Petizione, invita tutti i cittadini, le forze politiche, le associazioni culturali, ricreative, sindacali ad un incontro, che si terrà il giorno 27 febbraio 2017 (lunedì) alle ore 21,15, presso il Centro Sociale a S. Pietro Belvedere, via Vignoli, 25. L'obiettivo dell'incontro è di continuare ad operare anche dopo il grande risultato del 4 dicembre, per tenere fermo nella coscienza dei cittadini la necessità di non affossare il risultato del referendum, di fare cultura democratica in difesa della rappresentanza del popolo e di premere sulle forze politiche e parlamentari perché operino in coerenza con i principi costituzionali. Per questi motivi rivendichiamo sulla base della vittoria del No, che ha confermato la validità della Costituzione, una legge elettorale in grado di eleggere Camere pienamente rappresentative, che corrispondano agli elettori del loro operato. Basta con le leggi maggioritarie che sull'altare della cosiddetta governabilità hanno permesso a pochi oligarchi di depredare l'Italia privatizzando selvaggiamente, senza risolvere nessuno dei problemi con cui giustificano questa riduzione della sovranità popolare. Partecipa e firma anche tu. Coordinamento democrazia costituzionale della Valdera.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Petizione popolare per la democrazia costituzionale

PisaToday è in caricamento