Domenica, 13 Giugno 2021
Politica

Pirogassificatore: intervento del presidente della Provincia in merito alle dichiarazioni del Pdl locale

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

La politica improvvisata alza la voce per farsi sentire, ma per la segretaria provinciale del Pdl, in merito alla questione dell’ipotesi di realizzazione del pirogassificatore a Castelfranco, anche la polemica è un lusso irraggiungibile.
Nel momento in cui si parla di ambiguità, nella vicenda, da parte della Provincia (il ‘capo d’accusa’ è noto: gli uffici tecnici dell’amministrazione hanno rilasciato l’autorizzazione al progetto; rispetto ad esso, però, c’è una presa di posizione contraria da parte degli organi politici; e infine la politica non ‘sfiducia’ la dirigente che ha firmato il nulla osta procedurale), il Pdl pisano dimentica che le contraddizioni di questa situazione sono il frutto delle disposizioni contenute in una legge nazionale approvata nel 2006 sotto il governo Berlusconi, su iniziativa e proposta di un suo autorevole esponente, il ministro Altero Matteoli. Non basta dichiararsi a favore delle energie rinnovabili: occorre scrivere norme coerenti e applicabili per ottenere gli obiettivi politici di diminuzione della dipendenza dai prodotti tradizionali e di risparmio energetico.
Lo abbiamo dunque sottolineato più volte, ma torniamo a ribadirlo. La chiarezza delle regole e la distanza reale dagli interessi in gioco favoriscono gli investimenti, l’innovazione e un’imparziale applicazione delle norme. La legge del 2006 è un capolavoro al contrario, come molti altri testi proposti, sostenuti e (non) attuati da un governo del quale il mondo, l’Europa e l’Italia non sentono la mancanza. 
Esiste poi una distinzione fra politica e gestione che gli appartenenti al partito-azienda non sanno apprezzare e che invece la Provincia di Pisa ha rispettato e intende continuare a rispettare, quando è correttamente inteso. La posizione critica non rispetto all’impianto in sé, ma alla sua inopportuna localizzazione; lo stop a iniziative giudiziarie eccessive, con un forte stimolo alla razionalità di chi fa le leggi: questi sono stati gli elementi qualificanti della posizione politica della Provincia di Pisa sulla vicenda. Solo con una forzatura preelettorale si possono cambiare le carte in tavola.
Nessuna ambivalenza, quindi da parte della Provincia; solo l’impegno e la fatica di comporre in un corretto equilibrio interessi vari e complessi, in conflitto tra loro a causa delle contraddizioni intrinseche di una legge nazionale fortemente voluta da un autorevole ministro del Pdl. Ai vertici locali di quel partito suggeriamo ora di dedicarsi alla riflessione, più che alla speculazione.

Andrea Pieroni
presidente della Provincia di Pisa

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pirogassificatore: intervento del presidente della Provincia in merito alle dichiarazioni del Pdl locale

PisaToday è in caricamento