Sant'Ermete: la 'Pista dei sensibili' sarà riqualificata

Il manufatto rientra nel progetto di riqualificazione del quartiere. Apes ha fornito i dettagli dopo un'interrogazione del consigliere comunale Landucci (Green italia-Possibile)

La 'Pista dei sensibili', l'opera-gioco del parco pubblico di Sant'Ermete, avrà nuova forma e funzione, con i lavori per la riqualificazione che partiranno entro il prossimo mese di settembre. E' questo l'annuncio di Apes, tramite l'assessore Ylenia Zambito, in base alla risposta data all'interrogazione del consigliere Stefano Landucci (Green italia-Possibile).

La struttura fu realizzata nel 2002 e ci lavorarono, oltre l'artista Lorena Sireno, i bambini e le insegnanti della scuola elementare Don Milani e il gruppo M.art.a.. 'La pista - scrive Giorgio Federici di Apes - è stato oggetto di discussione fin dalla predisposizione del programma integrato d'intervento di riqualificazione del quartiere di Sant'Ermete".

Varie le possibilità valutate: "Nel posizionare i due fabbricati per i complessivi 48 alloggi - prosegue - si è tenuto conto delle distanze da tale manufatto, che viene ad inserirsi nel parco di Via Socci su cui gli edifici insistono con continuità e senza barriere. Durante la fase di costruzione dei fabbricati si è provveduto a mettere in sicurezza il manufatto ed al termine è stato avviato un confronto con l'autore dell’opera, assieme alla Circoscrizione, per capire come procedere al suo recupero. Esclusa quindi l'ipotesi iniziale di demolizione e ricostruzione in un altro luogo, è stata presa in esame l'ipotesi di restauro e manutenzione, ipotesi questa scartata dall'autore".

In ultima analisi quindi "si è convenuto in una soluzione di riuso, con una nuova forma e funzione del manufatto, lasciandone traccia per memoria storica, rispetto la quale l'autore ha elaborato una proposta presentata ad Apes, alla Circoscrizione e al Comune. I costi di tali lavori, compresa la direzione artistica dell'autore, dovranno rientrare nelle opere di riqualificazione del quartiere finanziate nell'ambito del Programma di Riqualificazione Urbana per alloggi a Canone Sostenibile. Tali opere sono state parzialmente autorizzate dal Comune di Pisa (1° stralcio), in quanto possibili modifiche all'assetto di riqualificazione del quartiere in corso d'opera potrebbero rendere necessarie variazioni nei viali attraversamenti pedonali previsti dal masterplan. I lavori relativi questo primo stralcio, che non comprende il riuso del manufatto, inizieranno con l'estate viste le migliori condizioni climatiche".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'ultimo passo: "Nella fase progettuale del 2° stralcio sarà possibile inserire il progetto riguardante la pista con l’approvazione da parte del Comun  di Pisa necessaria all’avvio dei lavori. Si ritiene che ciò sia possibile conciliando i tempi per il definitivi assetto del villaggio del Quartiere lungo la Via Emilia, entro il mese di settembre 2017".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto travolge tavoli e clienti di una pizzeria in via dell'Aeroporto

  • Coronavirus e sovraffollamento, nuova ordinanza: positivi inviati in albergo

  • Meteo, il gran caldo ha i giorni contati: torna il maltempo

  • Cede controsoffitto all'interno dell'ospedale Cisanello

  • Coronavirus in Toscana: 5 nuovi casi, di cui 2 a Pisa

  • Coronavirus in Toscana: 4 nuovi casi, di cui 2 a Pisa

Torna su
PisaToday è in caricamento