menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Contributo acquisto assorbenti, Picchi (Pd): "Gambaccini scorretta, non una parola sulla discussione in Consiglio"

La consigliera comunale del Partito Democratico attacca l'assessore al Sociale del Comune sul contributo per l'acquisto di prodotti di igiene femminile

Il contributo stanziato dal Comune per acquistare prodotti per l'igiene femminile e annunciato nel giorno di Pasquetta dall'assessore Gianna Gambaccini diventa un caso politico. Ad attaccare la condotta dell'amministrazione di Palazzo Gambacorti è la consigliera comunale Olivia Picchi: "Sono ormai venti giorni che insieme alle colleghe Benedetta Di Gaddo e Maria Antonietta Scognamiglio abbiamo proposto a tutte le donne del Consiglio comunale una mozione sulla Tampon Tax - riepiloga Picchi - lo abbiamo fatto perchè il tema non può avere colore politico, ma deve essere interesse di tutte e tutti affrontare il problema del period povery. E' un tema serio, una ricerca condotta in Inghilterra ha evidenziato come a fronte di un consumo medio di 2000 assorbenti nell'arco della vita mestruale di una donna, il 15% delle intervistate ha difficoltà economiche per l'acquisto, il 14% le chiede in prestito alle amiche perchè troppo cari. Nonostante una direttiva europea del 2006 in Italia i prodotti igienici femminili sono ancora tassati al 22%".
"Ad eccezione di Laura Barsotti tutte le donne del Consiglio hanno sottoscritto la mozione che è passata all'unanimità - ricorda Picchi - in essa si chiedeva di abbattere i prezzi tramite Farmacie comunali e di sollecitare Governo, Parlamento e Regione per un intervento legislativo in merito. Oggi apprendiamo la notizia che l'assessora ha attivato l'ennesimo bonus, riducendo la portata dell'intervento richiesto. A questo aggiungiamo che non spende una parola riguardo la discussione in Consiglio comunale, non una parola di ringraziamento alle colleghe di aula che hanno sollevato la questione. Nulla".

"Si intesta l'idea risolvendo con un contributo economico, che è ben lontano dalla richiesta di regolamentare il sistema di abbattimento prezzi  per renderlo permanente così come hanno fatto molti Comuni limitrofi - conclude con rammarico - Non è nuova l'assessore alla mancanza di rispetto verso il genere femminile, per lei è importante dare una notizia. E' manifesta l'assenza di idee di Gambaccini, ma se proprio deve copiarle le idee, almeno lo faccia bene".
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Covid, la Toscana passa in zona arancione

  • Eventi

    I film in uscita ad aprile su Amazon Prime Video

Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento