Martedì, 22 Giugno 2021
Politica

Primarie Pd: il gruppo dirigente pisano ha dimostrato la sua maturità

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Quella di ieri è stata una giornata splendida, come splendide sono state queste primarie.

La straordinaria partecipazione di ieri, dei 2200 volontari di Pd, Sel e Psi, e dei 38000 cittadini che hanno votato al secondo turno, sono entrambe un segnale di fiducia e speranza nel futuro, utile per il Paese, per il centrosinistra e per il Pd. A tutti loro va il nostro ringraziamento.

Così come è necessario ringraziare il Comitato organizzatore delle primarie Italia Bene Comune, composto da Giuliano Bani, Massimiliano Bacchiet e Consuelo Arrighi, che hanno portato avanti il loro compito con intelligenza e serietà.

Il gruppo dirigente del Pd pisano ha dimostrato anche in questo delicato passaggio una grande maturità evitando di trasformarlo in una conta interna o peggio in una lotta fratricida che i cittadini non avrebbero compreso; tutto il gruppo dirigente ha affrontato queste primarie (a prescindere dal candidato che ciascuno ha deciso di sostenere) con spirito unitario e grande coesione, a testimonianza che le scelte che abbiamo fatto allo scorso congresso si confermano valide e forti: per questo ringraziamo tutti coloro che si sono impegnati nelle campagne dei singoli candidati.

Ora c'è bisogno di lavorare tutti uniti per rafforzare ancora la candidatura di Pierluigi Bersani, il centrosinistra e anche il Partito Democratico. E' stato molto importante che Renzi ieri abbia, nel riconoscere il risultato del ballottaggio, dato un ulteriore segnale unitario e la volontà di mettersi a disposizione per il successo del nostro progetto.

Per vincere le prossime elezioni occorre fare tesoro del segnale che arriva da queste primarie, anche nella nostra regione, e dimostrare che ne terremo di conto, cercando di tenere insieme la forte attenzione al malessere sociale, ai temi del lavoro e dell'uguaglianza su cui Bersani ha incentrato la propria campagna, alla spinta all'innovazione e al massimo rigore sui temi dei costi della politica su cui Renzi ha caratterizzato maggiormente la sua campagna in questi mesi. E tutto il partito dovrà riuscire a non disperdere tutte quelle energie e quell'entusiasmo che il centrosinistra e i singoli candidati sono riusciti a suscitare in queste settimane, perchè avremo bisogno di tutta la forza e la consapevolezza dei cittadini italiani per fare i cambiamenti necessari per un Paese in grave crisi.


Francesco Nocchi
(Segretario provinciale del Pd)

Andrea Ferrante
(Segretario comunale del Pd di Pisa)

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie Pd: il gruppo dirigente pisano ha dimostrato la sua maturità

PisaToday è in caricamento