La proposta regionale della Lega: "Eliminare gli interventi a favore di rom e sinti"

E' intenzione del partito promuovere a livello regionale la cancellazione della legge che prevede le azioni di sostegno

La capogruppo in Consiglio Regionale della Lega Elisa Montemagni e il sindaco di Cascina Susanna Ceccardi hanno lanciato la proposta di abrogare la legge regionale che prevede interventi a favore dei popoli rom e sinti. "Probabilmente pochi sanno - scrivono in una nota - che in Toscana, da ben diciotto anni, esiste una specifica legge istituita per tutelare identità, cultura ed usanze dei popoli rom e sinti. Una normativa che ha ampiamente dimostrato di essere assolutamente inutile ai fini della reale integrazione di tali popolazioni ed anzi ha contribuito, nel tempo, ad esasperare i rapporti tra queste popolazioni e quella italiana". 

"Siamo al cospetto - attaccano le esponenti leghiste - di una Legge per noi discriminatoria nei confronti dei cittadini toscani e quindi è doveroso abrogarla con effetto immediato. Solo per dare un'idea di quello  segnaliamo come nel testo venga riconosciuto il diritto alla sosta e stanzialità all'interno del territorio regionale, assicura la formazione professionale ed aiuti all'occupazione, promette il sostegno per la messa a norma e manutenzione delle unità abitative, senza dimenticare che tende ad agevolare gli insediamenti con finanziamenti anche reperiti da fondi stanziati per i piani di edilizia economica popolare, sottraendo così risorse importanti che dovrebbero essere primariamente destinate ai toscani".

"I campi rom - aggiunge la Ceccardi - come ben conosce la sottoscritta, si rivelano sistematicamente luoghi di origine e proliferazione di stili di vita delinquenziali, in ambiti caratterizzati, tra l'altro, dall'assenza delle più elementari norme igienico-sanitarie ed in presenza di beni che indicherebbero, paradossalmente, un alto tenore di vita". "Anche per tutto ciò - conclude la Montemagni - abbiamo quindi deciso, come detto, di presentare una proposta di legge che azzeri quella in essere da quasi vent'anni; siamo proprio curiosi di vedere come si porrà, in merito, il Pd…".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, "Toscana da domenica zona arancione"

  • Nuovo Dpcm, più libertà per gli spostamenti tra comuni: le proposte dalla Toscana

  • Più spostamenti in un comune diverso: ordinanza regionale in vista della zona arancione

  • Dpcm Natale 2020, il decreto legge che vieta gli spostamenti tra regioni e comuni

  • Comune di Pisa: nuovi bandi per assumere un falegname, un elettricista e un agronomo

  • Nuovo Dpcm, Conte: "Costretti a ulteriori restrizioni per evitare terza ondata"

Torna su
PisaToday è in caricamento