Martedì, 15 Giugno 2021
Politica

Gioco d'azzardo: dal Pd una proposta per 'deslottizzare' la Toscana

I consiglieri regionali del Partito Democratico hanno proposto di vietare la presenza di locali con slot-machine vicino alle scuole e di utilizzare tessere magnetiche che identifichino l'età di chi gioca, così da vietare l'uso ai minori

Vietare la presenza di slot machine in locali vicino a scuole o centri di aggregazione dei giovani, un marchio etico che identifichi bar o sale 'No slot' e prevedere l'uso di apposite carte magnetiche per identificare l'età di chi gioca in modo da impedirne l'uso ai minori. E' quanto prevede una proposta di legge del Pd in Consiglio regionale della Toscana, per la prevenzione del gioco d'azzardo.

La proposta è sottoscritta da numerosi consiglieri ed è stata presentata oggi dal capogruppo Marco Ruggeri, insieme ai consiglieri Enzo Brogi e Nicola Danti. "Con questa proposta - hanno spiegato i consiglieri - proveremo a 'deslottizzare' la Toscana, anche se le competenze regionali sono limitate, e a smuovere le acque con una proposta della nostra regione, che indichi al Parlamento alcune strade da percorrere nei confronti del gioco d'azzardo".

Per i consiglieri "i numeri finanziari e del disagio sociale di questa piaga sono impressionati e ci dicono che è urgente un intervento dello Stato, anche in termini di nuove leggi. Ormai parliamo di un sistema legale 'degenerato', che alimenta la criminalità organizzata ed il riciclaggio del denaro sporco. C'é bisogno di più controlli, di prevenzione, soprattutto diretta ai minori, di sostegno ai malati e a quegli esercizi commerciali o circoli ricreativi che rinunciano alle slot".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gioco d'azzardo: dal Pd una proposta per 'deslottizzare' la Toscana

PisaToday è in caricamento