Domenica, 19 Settembre 2021
Politica

Legge di stabilità, Filippeschi: "Quella delle nuove Province resta la criticità più grave"

"Dobbiamo poter dare risposte alle nostre comunità assicurando le funzioni e garantire il lavoro, con strumenti di mobilità e flessibilità. Anche le Regioni devono poter fare la loro parte" ha detto il presidente della Provincia al Consiglio nazionale Anci

"Quella delle nuove province resta la criticità più grave e investe in pieno le responsabilità dei Comuni che le gestiscono. Condividiamo l'allarme e l'appello del presidente Fassino. Serve emendare la legge di stabilità. Il taglio delle risorse rende la legge Delrio inattuabile e non consente di gestire le competenze fondamentali quali scuole, strade e difesa del suolo. L'esubero del personale slegato dalle funzioni è una scelta che non si giustifica". Cosi' il presidente della Provincia e sindaco di Pisa Marco Filippeschi è intervenuto nella riunione del Consiglio nazionale dell'Anci.

"Va scongiurata una drammatizzazione - ha aggiunto Filippeschi - oggi i dipendenti sono giustamente preoccupati per l'incertezza e per il dissesto generalizzato che s'imporrebbe. Ci sono già molte mobilitazioni sindacali in corso. Dobbiamo poter dare risposte alle nostre comunità assicurando le funzioni e garantire il lavoro, con strumenti di mobilità e flessibilità. Anche le Regioni devono poter fare la loro parte impiegando le risorse che rivendicano per compensare il trasferimento delle funzioni".


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Legge di stabilità, Filippeschi: "Quella delle nuove Province resta la criticità più grave"

PisaToday è in caricamento