Pulizia del verde a San Frediano a Settimo: l'iniziativa di Cascina Bene Comune

La lista di centrosinistra: "Uno dei tanti punti di degrado del nostro territorio, lasciato in semi abbandono da parte dell'amministrazione comunale"

"Il verde urbano del nostro comune è ormai in semi abbandono, l’operazione maquillage elettorale dell’Amministrazione è sotto gli occhi di tutti, ma la realtà ci dice che in questi anni non c’è stato alcun passo avanti nella gestione del verde, manca un piano di programmazione e di pulizia delle aree". Lo sostiene la lista 'Cascina Bene Comune' che alle prossime elezioni amministrative sosterrà il candidato sindaco del centro sinistra, Michelangelo Betti e che domenica scorsa hanno dato vita ad una iniziativa di pulizia a San Frediano, in Piazza Guido Rossa.

"Uno dei tanti punti di degrado del nostro territorio. Di fronte alla politica leghista urlata sempre contro qualcuno, priva di progettualità e di una strategia di sviluppo del territorio - scrive la lista in una nota - non è possibile starsene a guardare indifferenti, soprattutto in tempi difficili e di emergenza locale e nazionale come questi. Con questa iniziativa abbiamo voluto porre l’attenzione dei cascinesi su un nuovo modello di cittadinanza e di rapporti: la diffusione della cultura dei 'beni comuni'. Il Comune è di tutti, se è vero che all’Amministrazione spetta la gestione ed il controllo dei servizi, a tutti noi spetta la tutela e la salvaguardia".

"Noi immaginiamo un’amministrazione aperta, sensibile, vicina alle persone, sul tema del verde urbano che incentivi l’adozione di aree da parte dei cittadini residenti, Associazioni, comitati, pensando anche a piccole agevolazioni per chi ha un alto senso civico. In questo difficile anno, sappiamo che gli introiti nelle casse comunali saranno minori, è doveroso quindi preventivamente sensibilizzare la popolazione alla manutenzione ordinaria del verde tramite la politica dei 'beni comuni' per destinare invece maggiori risorse alla sicurezza e manutenzione idraulica. Un Comune aperto, vicino ai cittadini, pronto a sperimentare nuove soluzioni di gestione, senza imporle ma costruendole e strutturandole insieme ai cittadini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Più spostamenti in un comune diverso: ordinanza regionale in vista della zona arancione

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Toscana zona rossa, scende l'indice Rt: "Zona gialla prima di Natale"

  • Comune di Pisa: nuovi bandi per assumere un falegname, un elettricista e un agronomo

Torna su
PisaToday è in caricamento