Mercoledì, 16 Giugno 2021
Politica

Question time di Noi Adesso Pis@: "La Motorizzazione lascia Pisa?"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Preso atto che la chiusura della”Motorizzazione Civile”di Pisa era già inserita nel programma di spending review del 2015 insieme a poche altre in Italia, tra cui Forlì, Lodi, Tempio Pausania, quindi piccole realtà ben diverse dalla nostra.

Tenuto conto che in questi anni c'è stato " un silenzio assordante delle autorità locali" come emerso e dichiarato dalle delegazioni ministeriali durante una recente riunione, appare chiaro che si procederà alla chiusura probabilmente entro l'anno, o tutt’al più entro i primi mesi dell’anno prossimo.

Sembra che la causa principale possa essere il costo reputato elevato di 118 mila euro di canone annuale per l’affitto dei locali.

Si fa presente che la sede di Pisa è la seconda in Toscana per entità di copertura territoriale e quantità di utenza servita che da adesso in poi dovrà recarsi alla sede di Lucca con un disagio notevole.

Verificato che l'Ente necessiterebbe di un edificio per gli uffici, di 1 o 2 aule di capienza 20 - 30 persone per effettuare gli esami, di un piazzale per esami motocicli e di una stazione di controllo, solo per la quale si può pensare di appoggiarsi a Lucca come già accade perché quella pisana non è idonea per altezza.

Verificato inoltre che attualmente ci sono 17 dipendenti che verranno trasferiti in altra sede.

il sottoscritto Consigliere Comunale Maurizio Nerini chiede al Sindaco quali siano le azioni che si vogliono mettere in campoper mantenere questo importante servizio per la città e la provincia e per tutelare questi 17 posti lavoro, magari reperendo tra gli immobili a disposizione una sede idonea.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Question time di Noi Adesso Pis@: "La Motorizzazione lascia Pisa?"

PisaToday è in caricamento