Ragazze aggredite, Di Gaddo: "Il controllo sociale passi dalle piazze piene, non dalle vie deserte"

La vicepresidente del Consiglio comunale ha contattato le due ragazze vittime dell'aggressione in piazza dei Cavalieri per esprimere la vicinanza della città

Un question time in Consiglio comunale sarà presentato martedì dal Partito Democratico sull'episodio che sarebbe avvenuto l'altra notte in piazza dei Cavalieri dove due ragazze, per aver rifiutato una bevuta, sarebbero state spinte a terra da un gruppo di ragazzi riportando contusioni. La vicenda così sbarca nell'assemblea cittadina come annuncia la vicepresidente del Consiglio comunale e consigliera Pd Benedetta Di Gaddo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Come prima cosa, mi sono voluta sincerare delle condizioni delle ragazze che sono state vittime di un episodio estremamente grave in Piazza dei Cavalieri - afferma Di Gaddo - le ho sentite entrambe ancora molto scosse, hanno riportato segni evidenti dell’atto prepotente e violento subito. In qualità di vicepresidente del Consiglio Comunale di Pisa, ho sentito il dovere morale ed istituzionale di esprimere loro la vicinanza di tutta la città, oltre che del Partito Democratico e di tutti i membri del gruppo insieme al capogruppo Matteo Trapani, prendendoci l’impegno di mettere all’attenzione del governo cittadino la vicenda che le ha viste tristemente protagoniste. Martedì presenteremo un question time in Consiglio comunale e continueremo insieme a lavorare perché a Pisa il controllo sociale passi sempre dalle piazze piene e non dalle vie deserte. Con le due ragazze aggredite ci siamo riproposte di incontrarci di persona insieme al capogruppo Trapani non solo per affrontare la vicenda di cui sono state vittime, ma anche per lavorare insieme ad alcune tematiche affinché i tanti giovani che qui vivono, lavorano e studiano possano tornare ad essere parte integrante e promotrice di progetti ed iniziative che mettano al centro i reali bisogni del territorio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: più di 1.800 i nuovi casi, 5 decessi a Pisa

  • Coronavirus in Toscana, casi positivi in aumento: superata quota 2mila in 24 ore

  • Cisanello, ambulanze in fila per l'area Covid: "In piena fase emergenziale, serve la collaborazione di tutti"

  • Coronavirus in Toscana, nuovo picco: 2.765 positivi, 326 a Pisa

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Coronavirus in Toscana: 1.526 nuovi casi e 11 decessi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento