rotate-mobile
Politica

Revoca della cittadinanza onoraria a Mussolini: si va verso il voto in Consiglio Comunale

La proposta di Garzella (Pisa è), dopo il sì del Pd, Art. 1 Mdp e del presidente del Consiglio Ranieri Del Torto, ha ricevuto il parere favorevole di regolarità tecnica degli Uffici Comunali

Parere favorevole di regolarità tecnica che attesta la correttezza dell'azione amministrativa. E' ciò che hanno fornito gli uffici del Comune di Pisa alla proposta del consigliere Giovanni Garzella (Pisa è) circa la revoca della cittadinanza onoraria a Benito Mussolini, attribuita al leader fascista il 23 maggio del 1924.

Sulla proposta si erano già espressi favorevolmente Ferdinando De Negri, capogruppo in Consiglio Comunale del PD, Veronica Fichi, capogruppo in Consiglio Comunale di Art.1-Mdp nonché vicepresidente provinciale dell'Anpi, l'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia, e il presidente del Consiglio Comunale Ranieri Del Torto. Ora si attende l'assegnazione di questa proposta ad una Commissione del Consiglio Comunale ed infine la votazione definitiva da parte dell'assemblea cittadina.

"Oltre ad essere in contrasto - spiega Garzella sulla figura di Mussolini - con i principi di pace, uguaglianza e democrazia che oggi ispirano e guidano la comunità cittadina e la Costituzione italiana, è anche in contrasto con l'art 3 dello Statuto del Comune di Pisa, dove sono richiamati i valori antifascisti espressi dalla Resistenza senza poi dimenticare, infine, che il 5 settembre del 1938, proprio qui nella nostra città, o più precisamente a San Rossore, vennero firmante le leggi razziali, con il Consiglio Comunale che potrebbe essere convocato per discutere di questa revoca proprio il prossimo 5 settembre".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Revoca della cittadinanza onoraria a Mussolini: si va verso il voto in Consiglio Comunale

PisaToday è in caricamento