Lunedì, 22 Luglio 2024
Politica Marina di Pisa / Piazza Giuseppe Viviani

Revoca gara dei lavori di piazza Viviani: "Documenti prodotti da tecnico privo di incarico comunale"

Il capogruppo di Diritti in Comune Francesco Auletta non accoglie la motivazione di "banale errore" espressa dall'amministrazione

"Si sta cercando di liquidare la revoca della gara per i lavori di riqualificazione di piazza Viviani come un 'errore tecnico', o ancor peggio 'un refuso non cancellato'. Se si trattasse di un 'errore' o di 'refuso tecnico' non si capirebbe perché una decisione così drastica quale la revoca della gara, quando era già in corso l’esame delle offerte presentato dalle ditte partecipanti". E' il dubbio che anima il gruppo consiliare Diritti in Comune, di cui si fa portatore Francesco Auletta in seguito alle novità emerse nell'ultima seduta della prima Commissione di controllo e garanzia del Comune di Pisa. "Se si trattasse di un 'errore' o un 'refuso non cancellato' non si capirebbe perché la stessa amministrazione comunale in autotutela abbia proceduto a degli 'approfondimenti a latere', che lo stesso dirigente Guerrazzi per 'motivi di privacy' non ha voluto chiarire in commissione: forse perché si è proceduto ad una segnalazione alle autorità competenti, ovvero alla Procura della Repubblica?" si chiede Auletta.

"La realtà emersa con le audizioni in prima Commissione di controllo e garanzia è che un tecnico esterno al Comune di Pisa, senza alcun incarico, ha redatto alcuni dei documenti del progetto, in particolare i documenti economici del progetto andato a gara (computo metrico estimativo, elenco prezzi) - prosegue la nota del capogruppo di Diritti in Comune - il fatto che questo tecnico possa avere un incarico da Pisamo, come è stato riferito in commissione, non risolve in alcun modo il problema, in quanto Pisamo non ha alcun ruolo nel progetto relativo a piazza Viviani, né tantomeno il Comune può usufruire dei servizi di un incarico esterno di Pisamo senza che vi sia un riscontro scritto. In commissione è stato riferito che questo tecnico è lo stesso che ha avuto un incarico per piazza Gorgona, ma anche un incarico per supervisionare e analizzare i materiali impiegati nelle opere pubbliche, ma di questi fantomatici incarichi non c'è traccia in amministrazione trasparente. Ma anche se ci fosse stato, questo è un argomento del tutto irrilevante, anzi conferma che in un caso si è proceduto correttamente con un incarico tracciabile, e in quello di piazza Viviani no".

Francesco Auletta continua: "E infatti se tutto questo fosse ammissibile, cosa che palesemente non è, il Comune non avrebbe proceduto alla revoca della gara. Ed è veramente sconcertante che si provi a banalizzare o a sottovalutare questa vicenda. Stiamo parlando dell'amministrazione della cosa pubblica che deve seguire norme e procedure ben precise, e non di un gioco di ruolo in cui ci si scambia qualche figurina. Ancora il coinvolgimento di un tecnico esterno per la redazione dei documenti di gara non è ammissibile, laddove non sia tracciato in alcun modo con un incarico ben definito e reso pubblico. Non è ammissibile che di questo non si sia accorto chi ha verificato e validato il progetto, e ancora meno ammissibile sarebbe stato se qualcuno se ne fosse accorto prima della verifica e avesse proceduto a cancellare il nome perché non rimanesse traccia della collaborazione avvenuta".

"Di tutto questo chiederemo conto al responsabile anticorruzione - annuncia il capogruppo di Diritti in Comune - visto che lo stesso piano anticorruzione inserisce nei tipi di rischi corruttivi proprio le informazioni sui contenuti del bando fornite in anticipo a potenziali concorrenti. Da parte nostra continueremo a fare tutti gli approfondimenti su questa vicenda, allargando il campo delle verifiche anche su questo incarico dato da Pisamo a questo tecnico, visto che nella sezione trasparente della società non risulta esservi nulla e che nel sito del comune di Pisa non vi è traccia del progetto approvato e andato in gara".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Revoca gara dei lavori di piazza Viviani: "Documenti prodotti da tecnico privo di incarico comunale"
PisaToday è in caricamento