Peccioli: slitta la decisione per l'ampliamento della discarica

La Provincia di Pisa in una conferenza di servizi avrebbe dovuto decidere domani, ma tutto è stato rimandato. Crecchi e Macelloni: "Comportamento ingiustificabile"

Polemiche sulla discarica di Peccioli, quella gestita dalla Belvedere spa e che rappresenta uno degli sbocchi più importanti per i rifiuti della Toscana. La società ha richiesto un ampliamento di 4,5 milioni di metri cubi che prolungherebbe la vita del sito di altri 15 anni. Progetto osteggiato da numerosi comitati di cittadini che da alcune settimane si stanno muovendo per impedirne la realizzazione con manifestazioni e iniziative popolari.
La Provincia di Pisa avrebbe dovuto dare il via libera o meno all'operazione in una conferenza dei servizi fissata per domani, ma l'incontro è stato posticipato di due settimane per non meglio precisati "approfondimenti politici".

Una decisione quella della Provincia che ha mandato su tutte le furie il sindaco di Peccioli Silvano Crecchi e il presidente della Belvedere Renzo Macelloni. "Questo comportamento è ingiustificabile - hanno scritto in un comunicato - e ha solo l'effetto di amplificare la voce demagogica, distorta e allarmistica dei comitati o chi per loro. Una condotta che, un ente garante come la Provincia non può avere. Per questo chiediamo che venga mantenuta la data del 15 giugno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Più spostamenti in un comune diverso: ordinanza regionale in vista della zona arancione

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Toscana zona rossa, scende l'indice Rt: "Zona gialla prima di Natale"

  • Comune di Pisa: nuovi bandi per assumere un falegname, un elettricista e un agronomo

Torna su
PisaToday è in caricamento