Lunedì, 2 Agosto 2021
Politica

Ripartenza scuole e attività: "Si potenzi il trasporto pubblico locale"

Per Diritti in Comune il miglioramento del servizio autobus è una priorità necessaria nel post Covid

Si avvicina la riapertura della scuola e con essa l'attesa ripresa a pieno regime delle attività economiche e della vita dei cittadini, al netto delle misure anti-Covid. Preoccupa però Diritti in Comune la situazione del trasporto pubblico locale, anche al netto delle incertezze sull'esito della gara regionale. Per questo la compagine politica composta da Una città in comune, Rifondazione Comunista e Pisa Possibile chiede che l'argomento "sia affrontato prima possibile in commissione e in Consiglio Comunale".

La lista registra una "situazione di difficoltà generalizzata nel territorio nazionale, visti i pesantissimi tagli al sistema di trasporto pubblico locale e gli effetti negativi delle privatizzazioni di questo servizio fondamentale, nel caso toscano si aggiunge l'incertezza su chi sarà il soggetto che dovrà gestire il servizio, se Ctt nord o Autolinne toscane. A oggi non sappiamo neanche se l’eventuale passaggio di personale e mezzi da una società all'altra sarà compiuto completamente o meno. Le misure determinate dal contenimento del Covid 19, a livello nazionale e regionale, hanno drasticamente ridotto la capienza sugli autobus urbani, rendendo ancora più difficile l'utilizzo del mezzo pubblico. Ciò perché il numero di mezzi messi a disposizione non è aumentato e le linee deboli sono state sempre più abbondante se non, in alcuni casi, del tutto cancellate con l’alibi dell'emergenza".

"Queste criticità - è il problema secondo Diritti in Comune - esploderanno in modo drammatico, se non verranno urgentemente pianificate delle risposte di sistema. A oggi non si vede alcuna indicazione in questo senso, né a livello regionale né soprattutto a livello comunale da parte della giunta Conti. Da mesi sottolineiamo l'urgenza di affrontare questo tema: abbiamo sempre sostenuto, e lo ripetiamo, che la crisi sanitaria deve essere l’occasione per un potenziamento del servizio pubblico, con aumento dei mezzi e delle corse, e con un corrispondente aumento di personale assunto stabilmente. In caso contrario, a pagarne le conseguenze, saranno i cittadino più deboli. E la qualità della vita della nostra città, dal punto di vista del traffico e della qualità dell’aria, ne risentirà negativamente".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ripartenza scuole e attività: "Si potenzi il trasporto pubblico locale"

PisaToday è in caricamento