Giovedì, 23 Settembre 2021
Politica

Riqualificazione di Piazza Cavallotti: è polemica sulle nuove panchine

Botta e risposta tra Elisabetta Zuccaro (M5S) e Patrizia Bongiovanni (Pd). Zuccaro: "Non sono intonate all'arredo urbano di una piazza storica". Bongiovanni: "Sono il segno di una città accogliente e aperta alla contemporaneità"

Stanno per concludersi i lavori di riqualificazione di Piazza Cavallotti, la piccola piazza che si trova di fronte alla Facoltà di lingue e letterature straniere, tra Piazza dei Miracoli e Piazza dei Cavalieri. Un restyling inserito nel progetto di riqualificazione di via Santa Maria che prevedeva, tra l’altro, la sostituzione dell’asfalto con la lastricatura, l’allargamento delle aiuole, un terzo cedro del libano piantato vicino agli altri due, l’installazione di una nuova illuminazione con lanterne sulle facciate e luci scenografiche per valorizzare gli alberi, e nuove panchine.

Ed è proprio sull'aspetto di queste ultime che si è avuto un botta e risposta tra Elisabetta Zuccaro, neo capogruppo in Consiglio comunale del Movimento 5 Stelle in base alla consueta rotazione, e Patrizia Bongiovanni, consigliere comunale del Pd.

"Le nuove panchine in Piazza Cavallotti - ha affermato la Zuccaro - non ci sembrano per nulla intonate all'arredo urbano di una piazza storica. E' vero che il gusto estetico è soggettivo, ma qui ci sfugge il criterio di approvazione della Sovrintendenza. Ascoltare i cittadini non era possibile?".

La risposta non si è fatta attendere. "Sui gusti non si discute - ha risposto la Bongiovanni - e tanto meno sui criteri utilizzati dalla Soprintendenza. La scelta di mettere queste panchine nel centro storico è il segno di una città accogliente e aperta alla contemporaneità e non soltanto agli esercizi di stile".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riqualificazione di Piazza Cavallotti: è polemica sulle nuove panchine

PisaToday è in caricamento