Mercoledì, 28 Luglio 2021
Politica Cep

Polemiche sulla rotatoria del Cep, Auletta (Diritti in Comune) accusa: "Sicurezza messa da parte dal Comune"

Botta e risposta tra il capogruppo e l'assessore Dringoli in Consiglio comunale sull'assenza della pista ciclopedonale

E' scontro aperto tra le forze di opposizione del Consiglio comunale e l'assessore all'Urbanistica e Mobilità Massimo Dringoli riguardo alla nuova rotatoria del Cep. L'oggetto della contesa è la sicurezza di pedoni e ciclisti che si trovano a fruire della nuova infrastruttura realizzata all'incrocio tra viale D'Annunzio e il ponte del Cep. Francesco Auletta, capogruppo di Diritti in Comune e promotore dell'interpellanza presentata nella seduta consiliare di martedì 29 giugno, accusa l'amministrazione di "aver messo in un angolo la sicurezza dei cittadini, sacrificandola in favore della volontà di inaugurare una nuova opera pubblica e fregiarsi così di un nuovo obiettivo centrato".

Sul tema del completamento della rotatoria, nelle scorse settimane, si sono susseguite numerose richieste di chiarimento anche da parte di Fiab Pisa e di altre associazioni di cittadini, in particolar modo i residenti del quartiere popolare che lamentano la mancanza di un collegamento ciclopedonale sicuro con il centro. "Il codice della strada prevede degli obblighi precisi a carico degli enti che realizzano opere pubbliche di questo tipo" incalza Auletta. "In particolare, una norma del 1998 impone che, a completamento delle rotatorie, venga costruito anche un percorso ciclopedonale sicuro e distinto dalla carreggiata destinata ai veicoli a motore". Il capogruppo di Diritti in Comune aggiunge un secondo interrogativo nei confronti dell'assessore Dringoli: "Dal 2008 Pisa si è dotata della Consulta comunale della bicicletta. E' stata messa a conoscenza del progetto di realizzazione della rotatoria? La Consulta sapeva dell'assenza della pista ciclabile?".

L'assessore all'Urbanistica e Mobilità Massimo Dringoli ribatte: "Il progetto in questione era fermo sulla carta da molti anni, a causa di problematiche burocratiche degli Uffici comunali. Una volta sbloccata la situazione, abbiamo deciso di proseguire speditamente con la realizzazione perché questa zona della città da troppo tempo soffriva una situazione critica in termini di inquinamento e viabilità. Procedendo con rapidità non abbiamo provveduto a realizzare una pista ciclopedonale, bensì marciapiedi ciclabili con attraversamenti della carreggiata. Come del resto è stato fatto, anche da chi ci ha preceduto, nella maggior parte delle rotatorie realizzate". Dringoli aggiunge anche che "per costruire una pista ciclopedonale avremmo dovuto procedere con ulteriori espropri di lotti privati, che avrebbero allungato a dismisura i tempi di realizzazione. Ciò che si può fare adesso è semplificare ulteriormente l'attraversamento ciclopedonale della rotonda".

Una proposta che ha scatenato la risposta stizzita di Vladimiro Basta (PD): "L'amministrazione manca in modo evidente di una visione interconnessa delle opere pubbliche e dei quartieri. Il Cep lamenta da anni l'assenza di un collegamento ciclopedonale sicuro con il centro della città, e invece di porvi rimedio hanno deciso a tavolino di non prendere in considerazione la problematica". Una posizione in netta contrapposizione con Marcello Lazzeri (Lega) che afferma: "La rotatoria ha risolto un grave problema di inquinamento e di traffico. Non è vero che l'amministrazione fa le corse per inaugurare progetti: chi governa la città lo fa per migliorarla".

Ma il consigliere Auletta non incassa con positività le spiegazioni dell'assessore Dringoli e annuncia battaglia: "Sulla sicurezza non si transige. Dovrebbe essere uno dei pilastri di qualsiasi amministrazione pubblica. A Pisa invece chi governo ha scelto di mettere in secondo piano la sicurezza dei cittadini pur di accorciare i tempi di realizzazione delle opere pubbliche. E' un tema sul quale proseguiremo la nostra battaglia di sensibilizzazione al fianco delle associazioni e dei residenti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polemiche sulla rotatoria del Cep, Auletta (Diritti in Comune) accusa: "Sicurezza messa da parte dal Comune"

PisaToday è in caricamento