Sabato, 25 Settembre 2021
Politica

Salvini a Pisa: Sinistra Italiana sugli scontri tra Polizia e manifestanti

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday
Abbiamo visto con i nostri occhi, dal vivo e nei video, il carattere arbitrario della carica della polizia in Corso Italia, nel cuore della nostra città, durante il comizio di Matteo Salvini, da cui sono originati due momenti di scontro che hanno coinvolto una parte del centro storico. Un gruppo esiguo di dimostranti si avvicina al cordone di polizia, ricevendo una carica che doveva e poteva essere evitata.
 
Non stupisce che un predicatore di razzismo e di odio come l'attuale segretario della Lega trovi a Pisa ripulsa e opposizione, anche oltre la manifestazione di ieri. Sinistra Italiana da sempre denuncia il ruolo di Matteo Salvini e la sua pericolosa demagogia, che utilizza la xenofobia per dar man forte però alle politiche fiscali a favore dei pochi e contro i molti, come avverrebbe, ad esempio, con la flat tax. 
 
Non c'è nemmeno bisogno di sottolineare come Sinistra Italiana, forza democratica e costituzionale, pratichi forme di lotta larghe, pacifiche, non violente. E difenda il diritto costituzionale a manifestare pacificamente, da parte di tutti. Cè un vivo e diffuso allarme contro la risorgenza dei fantasmi del passato. Noi siamo impegnati, nella lista Liberi e Uguali, a fermare, anche dentro le urne, il risorgente razzismo e ogni forma di fascismo, comunque mascherato. Lo abbiamo fatto anche partecipando alla manifestazione di Macerata dopo la gravissima strage a sfondo razziale e fascista. 
 
Il Ministro degli Interni Minniti, uomo forte del Partito Democratico e autore dei decreti alla base degli odiosi Daspo urbani, dovrebbe render conto dell'errata gestione della piazza su Pisa e non solo, dato che si sta palesemente dimostrando incapace di arginare la minaccia fascista.
Esiste un modo sicuro di porre un argine al razzismo e all'autoritarismo, ed è intanto il voto a sinistra, a Liberi e Uguali, il 4 marzo. Siamo però consapevoli che occorra un impegno anche oltre: chiediamo quindi sin da adesso a tutte le forze democratiche cittadine di adoperarsi perché sia assicurato il diritto a manifestare e garantito alla città lo svolgimento della sua vita collettiva senza violenze e manganelli.    
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salvini a Pisa: Sinistra Italiana sugli scontri tra Polizia e manifestanti

PisaToday è in caricamento