Salvini con la mascherina abbassata al caseificio pisano: infuria la polemica

Un post del leader leghista in visita al caseificio Busti di Fauglia scatena commenti e reazioni, scontro anche fra il deputato Ziello e l'assessore a Volterra Danti

La politica corre sul social network e così le polemiche. Veloci, spietate. Una comunicazione politica sempre più emozionale che, al netto di un clima rovente aggravato da legittime preoccupazioni legate al Coronavirus, fa esplodere commenti e reazioni a volte esasperate. E' quello che è successo e sta succedendo per uno dei post su Facebook di Matteo Salvini, con il leader della Lega che ha condiviso ieri uno scatto 'selfie' presso il caseificio Busti di Fauglia, apprezzato ben oltre il pisano per la qualità dei suoi prodotti. 

Lo scatto ritrae Salvini con la mascherina abbassata, atteggiamento già criticato al politico per il non rispetto delle tutele anti-Covid, che non è sfuggito ad esempio ai sindacati, ma anche ai molti utenti della rete. La stessa azienda si è ritrovata con commenti negativi sulla propria pagina Facebook per questo motivo. E nell'ottica delle elezioni regionali, l'occasione è stata propizia per uno scontro a colpi di post sul caso fra il deputato leghista ed ex assessore a Cascina Edoardo Ziello e l'attuale assessore alla cultura a Volterra Dario Danti. 

Riportando il commento 'eravate i miei preferiti, adesso non comprerò più i vostri formaggi', Ziello prende di punta Danti e scrive su Facebook: "Questo 'signorotto' di Sinistra oltre a incitare le persone a violare, scientemente, le ordinanze di un sindaco eletto democraticamente dal popolo (era il caso delle idropulitrici ndr), cerca di danneggiare economicamente l’azienda della Famiglia Busti, eccellenza toscana tra i produttori di latticini al livello europeo.
Vedete com’è la Sinistra? Si avventa contro le imprese italiane, già profondamente colpite dalla crisi economica legata al Covid-19, soltanto per odio politico. Queste persone cattive e rabbiose devono essere mandate a casa dalla Regione Toscana nel più breve tempo possibile. Siete d’accordo?".

Alle parole di ieri, 15 agosto, di Ziello, risponde stamani Danti: "L’onorevole Edoardo Ziello mi ha preso davvero di mira: non ha di meglio da fare, visti gli scarsi risultati del suo impegno politico, ma io non mi lascio intimidire. Peraltro, Ziello ha sempre rifiutato il confronto diretto e pubblico con il sottoscritto, preferendo scrivere numerosi post su Facebook, curioso no? In primo luogo non sono un 'signorotto', ma una persona che vive del proprio lavoro, quello di insegnante (da 15 anni). A differenza di Ziello, Ceccardi e Salvini che non hanno mai lavorato un giorno in vita loro e campano, da sempre, solo di incarichi politici (partitici o istituzionali)".

Va punto per punto Danti: "Vede Ziello, rispetto alle Sue ordinanze (quelle che impone di emanare al Sindaco di Pisa): se dopo due anni di governo della città di Pisa dovete ancora ricorrere alle cosiddette ordinanze 'anti-bivacco', addirittura estendendone l’area di applicazione, significa, banalmente, che avete fallito rispetto alle promesse elettorali. Se poi in città ci sono più furti, più vetrine spaccate, dunque, c’è più insicurezza, questa è la palese dimostrazione che fra la propaganda elettorale e le realizzazioni concrete c’è davvero un abisso".

"Io inciterei all’odio politico? - prosegue - con Salvini che espone bambole gonfiabili ai comizi elettorali spacciandole per Laura Boldrini? Con Salvini che un giorno addita i migranti come responsabili del Covid e l’altro sostiene che il Covid non esiste più e il governo vuole una dittatura tenendoci chiusi in casa? Salvini è il re dei selfie senza mascherine a giro per comizi e aziende, proprio in questa fase sanitaria così delicata per il paese. Caro Ziello, le norme di sicurezza sui luoghi di lavoro e sanitarie vanno sempre conosciute, seguite e rispettate: basta vedere le foto della recente visita di Salvini al caseificio Busti per capire che così non è stato. Punto. E poi ognuno si assuma le proprie responsabilità, onorevole Ziello: se La invitassi a cena una sera a casa mia e uno dei miei migliori amici decidesse, per questo motivo, di interrompere la sua amicizia con me probabilmente non lo biasimerei affatto".

Lo scontro prosegue anche a livello privato, denuncia infine Danti: "PS - sotto il post di Ziello ci sono, ovviamente, numerosi insulti gratuiti, al limite del linciaggio personale; così come insulti di vario tipo mi stanno arrivando su messanger. Solo i leghisti: loro sì che odiano le persone... e parecchio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

  • Coronavirus in Toscana, oltre 1900 i nuovi contagi: calano i ricoveri

Torna su
PisaToday è in caricamento