Martedì, 21 Settembre 2021
Politica

Santa Maria a Monte: arriva il plafond per l'attuazione del patto di stabilità

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Anche per l’anno 2011 Santa Maria a Monte si riconferma tra i 107 Comuni beneficiari del plafond messo a disposizione dalla Regione Toscana per l’attuazione del Patto di Stabilità Territoriale. Insieme a Santa Maria a Monte anche altri tredici comuni della Provincia di Pisa hanno beneficiato di questo provvedimento: Bientina, Buti, Calci, Calcinaia, Capannoli, Cascina, Castelfranco, Lari, Montopoli, Pisa, Ponsacco, Pontedera e Volterra. Tuttavia il Comune di Santa Maria a Monte ha ottenuto, escludendo il capoluogo di provincia, la quota più alta a livello provinciale.

Il budget assegnato ammonta a 394.000 euro, una boccata di ossigeno che allenta le strette maglie dei pagamenti imposte dalle manovre di finanza pubblica e che ci consentirà entro la fine dell’anno di poter dare corso ad una discreta parte di pagamenti per forniture e lavori.

Questo è il terzo anno consecutivo che il nostro Comune rientra nella stretta cerchia dei beneficiari grazie ad una politica di bilancio rigorosa sul fronte dei numerosi attacchi che la finanza comunale ha subito in questi anni e ai notevoli sforzi nel portare avanti interventi di valenza regionale.

Il patto territoriale regionale rimane ad oggi l’unica boccata d’ossigeno che a fine anno possiamo sperare di respirare, accingendoci adesso a preparare il Bilancio 2012 colpito da ulteriori tagli previsti dalle ultime manovre governative che incideranno quasi per certo, con molta preoccupazione, sui servizi alla collettività.

L’ASSESSORE AL BILANCIO

Alessandra Biondi

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santa Maria a Monte: arriva il plafond per l'attuazione del patto di stabilità

PisaToday è in caricamento