Politica

Ipotesi scioglimento Consiglio Comunale, Biffoni (Anci): "Assurdo"

Il presidente di Anci Toscana è intervenuto sulla richiesta avanzata dai revisori dei conti del Comune di Pisa

"Mi sembra una roba che francamente non stia nè in cielo nè in terra. A un certo punto ci sono degli uffici, dei tecnici che danno delle indicazioni sulla costruzione del bilancio. C'è una politica che si prende la responsabilità di approvare quel bilancio. Questa combinazione disposta fra tecnicità e la volontà dell'obiettivo che viene dato può confortare nella correttezza del procedimento". Lo ha detto il presidente di Anci Toscana, Matteo Biffoni, parlando a margine del convegno odierno sulla Finanziaria, in corso al polo di Scienze sociali dell'Università di Firenze.


La risposta è relativa appunto alla situazione del Comune di Pisa, dove due sindaci revisori chiedono lo scioglimento del Consiglio Comunale poichè il bilancio 2016 è stato approvato prima dell''approvazione della legge di stabilità nazionale, non avendo pertanto esatta contezza delle risorse sostitutive dell'Imu-Tasi. "Se poi i sindaci revisori hanno idea che ci siano stati dei buchi nei percorsi è loro dovere-diritto farli presente e chiedere eventualmente un'integrazione - ha aggiunto - domandare, invece, lo scioglimento del Consiglio Comunale mi sembra assolutamente fuori scala". (Agenzia Dire)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ipotesi scioglimento Consiglio Comunale, Biffoni (Anci): "Assurdo"

PisaToday è in caricamento