Politica

Consiglio Comunale, respinto il ricorso dell’ex consigliere Bini: resta Pierotti

Il Tar per la Toscana ha giudicato corretta l’interpretazione data dall’Ufficio elettorale del Comune di Pisa che ha assegnato 20 seggi ovvero 20 consiglieri alla maggioranza e 12 alla minoranza. Le reazioni di Rifondazione

Resta tutto così in Consiglio Comunale. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Toscana ha respinto infatti il ricorso dell’ex consigliere comunale Maurizio Bini (PRC), che aveva fatto ricorso in quanto primo dei non eletti alle scorse elezioni amministrative di fine maggio, pensando di essere stato oggetto di una errata interpretazione dell’Ufficio elettorale, che avrebbe assegnato alla maggioranza 1 seggio in più di quelli che gli sarebbero spettati, togliendolo alla minoranza.

Nelle loro conclusioni, i giudici del TAR sostengono l’interpretazione data dall’Ufficio elettorale del Comune di Pisa che ha assegnato 20 seggi ovvero 20 consiglieri alla maggioranza e 12 alla minoranza, affermando che questa interpretazione difende il principio di governabilità di chi ha vinto le elezioni, come vuole la legge.

Se il suo ricorso avesse avuto successo, il consigliere di maggioranza che avrebbe dovuto lasciare il posto era l’ultimo degli eletti in quota PD, ovvero Francesco Pierotti. “La conclusione di questa vicenda - dichiara Pierotti - mi permette di continuare serenamente quello che sto già facendo. Ne sono sicuramente contento, per me e per le persone che mi hanno votato. Certamente avevo fiducia nell’interpretazione dell’Ufficio elettorale”.

RIFONDAZIONE COMUNISTA: IL COMMENTO SULLA SENTENZA

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio Comunale, respinto il ricorso dell’ex consigliere Bini: resta Pierotti

PisaToday è in caricamento