Domenica, 13 Giugno 2021
Politica

Sicurezza a Pisa: l'intervento di Giuseppe Ventura (In Lista per Pisa)

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Da quando ci si è resi finalmente conto che la sicurezza è un tema che sta fortemente a cuore ai cittadini, è iniziata una vera e propria gara fra i partiti e fra le liste civiche di opposizione a cavalcare questo argomento nella speranza di trarne vantaggi nelle prossime competizioni elettorali.

Se questo fosse il frutto di una nuova, ancorché tardiva, sensibilità verso questa esigenza primaria della nostra collettività per la quale mi sto battendo da tanti anni, ne sarei molto lieto: sarebbe un bel cambiamento rispetto al recente passato nel quale, a chi come me si batteva per la sicurezza, veniva addirittura mossa l’accusa di voler militarizzare la città di Pisa. Purtroppo, sono invece costretto a registrare quotidianamente sulla stampa cittadina prese di posizione che ben poco hanno a che fare con il merito della sicurezza e che sono animate da intenti puramente demagogici. L’obiettivo di questi indignati censori non è affatto quello di garantire la sicurezza dei cittadini, ma semplicemente quello di ripetere un suggestivo ritornello: i problemi che affliggono la cittadinanza sono colpa dell’amministrazione comunale e ben altri risultati si avrebbero se della questione si occupassero loro.

Credo dunque che sia giunto il momento di mettere qualche puntino sulle “i”, se non altro per rinfrescare la memoria di qualche lettore distratto.

Intanto è il caso di sottolineare un dato che dovrebbe essere ben noto, ma che si tende a far passare in secondo piano: i poteri di un ente locale in materia di ordine pubblico sono estremamente limitati. Questo non vuol dire che il Comune di Pisa non debba dare il suo contributo – lo ha sempre fatto con il massimo impegno – ma vuol dire che un’efficace gestione della sicurezza presuppone in primo luogo iniziative degli organismi statali che hanno specifica competenza in materia: iniziative che da anni abbiamo sollecitato (parlo con cognizione di causa, essendomi sempre battuto in prima persona nei tre mandati che ho espletato come Consigliere Comunale, a prescindere dal colore politico del Governo in carica) e che purtroppo continuano a rimanere inadeguate alle effettive esigenze del territorio pisano.

E qui è il caso di chiedere ai rappresentanti dell’opposizione: dove eravate quando ci siamo battuti (senza successo) per ottenere dal Ministero degli Interni un ragionevole incremento alla dotazione di uomini e mezzi per tutelare l’ordine pubblico di una città che ospita quotidianamente 160.000 persone, quasi il doppio dei cittadini residenti? Dove eravate quando nell’ottobre 2010 tutti i sindacati delle forze dell’ordine hanno organizzato un’importante manifestazione per sollecitare all’allora Ministro Maroni né più né meno che l’adeguamento degli organici a ciò che la legge e lo stesso buon senso prevedono? Noi eravamo al loro fianco: non può dire altrettanto chi preferì defilarsi semplicemente perché in sintonia con un governo che nel periodo 2008/2011 operò tagli indiscriminati per milioni di euro e bloccò il turnover riducendo gli organici di 30.000 unità.

La sicurezza non è un tema che possa essere dimenticato o ricordato a seconda delle convenienze politiche del momento né – soprattutto – che possa essere ridotto a slogan generici e semplicistici: l’urgenza e la concretezza dei problemi ce la dimostra il recente episodio nel quale tre agenti della Guardia della Finanza sono rimasti feriti nel corso di un’operazione contro i venditori abusivi volta a ripristinare la legalità. A loro va la solidarietà mia personale e di In Lista per Pisa.

Ecco perché, per parte mia, preferisco continuare coerentemente a lottare per obiettivi concreti, sollecitando anche l’attuale Governo a dotare la città di Pisa dei necessari presidi di sicurezza e a rivedere le attuali piante organiche, ferme del 1989 e decisamente superate. Sono certo che l’intelligenza dei cittadini saprà distinguere una seria progettualità politica dalle strumentalizzazioni elettoralistiche destinate a rimanere fini a se stesse.

                                                                       

                                                                         

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza a Pisa: l'intervento di Giuseppe Ventura (In Lista per Pisa)

PisaToday è in caricamento