Domenica, 13 Giugno 2021
Politica

Sicurezza a Vicopisano, Giobbi (LN): "Criminalità problema sottovalutato"

La capogruppo Lega Nord denuncia la situazione di allarme fra i cittadini colpiti da reati predatori e chiede maggiore sorveglianza per le aree a rischio

Foto da Facebook

Attacco della capogruppo Lega Nord in consiglio comunale Marrica Giobbi all'amministrazione vicopiana sulla questione sicurezza. "Da anni anche se puntualmente richiesti - scrive in una nota - non mi sono più stati forniti i dati sui reati predatori, occultati con cura. Irrilevanti secondo il pensiero buonista dominante, tanto da averli relegati nella casistica della microcriminalità. Il problema sicurezza, sottovalutato dall’amministrazione comunale, alla fine è esploso in tutta la sua drammaticità".

Secondo la consigliera se "Taglioli e Taccola parlano di statistiche in calo" i fatti invece racconterebbero "una storia diversa, dolorosa e drammatica. I cittadini si chiedono come mai gli amministratori abbiano ad esempio preferito investire 4.060.000 euro diluiti in 29 anni nel sostegno di un asilo nido flop, frequentato soltanto da 21 bambini contro i 35 posti disponibili, un'opera voluta a tutti i costi contro i nostri ragionevoli dubbi ed abbiano tralasciato di completare il programma di videosorveglianza iniziato nel 2010, che copre solo Vicopisano e San Giovanni alla Vena".

Soldi che potevano essere spesi nel "sorvegliare i punti nevralgici degli incroci di Caprona e Lugnano. Soltanto a Uliveto e a Caprona dall'inizio del 2016 si sono verificati oltre 27 episodi, tra furti, rapine, danneggiamenti, atti vandalici, culminati con incendi di oggetti esposti alla pubblica fede, così come hanno riportato i giornali, che hanno suscitato clamore nei residenti, che reclamano a viva voce sicurezza".

Un sistema Pd che non funziona per la Giobbi: "Il Sindaco invoca collaborazione dagli altri comuni, gli consiglio d'interpellare Di Maio, sindaco di San Giuliano, visto che poco distante da Caprona e da Uliveto, in golena d'Arno in località Mezzaluna c'è un campo rom abusivo e che a questi nomadi è stata sequestrata dai carabinieri in diverse occasioni, refurtiva varia come attrezzi agricoli e moto smontate e pronte a decollare per la Romania. Bisogna scongiurare che diventino stanziali, visto che San Giuliano pensa di destinare loro alcune abitazioni che sono state nel frattempo ristrutturate".

"Ora che i buoi sono scappati dalla stalla - conclude la consigliera - il comune si è scosso dal torpore ed ha messo in campo i volontari dei carabinieri e della polizia, cittadini che sentono il dovere di sacrificarsi e di girare anche di notte per garantire tranquillità e sicurezza in attesa che il comune si decida una buona volta a completare il programma di videosorveglianza, che dovrà essere messo in qualsiasi momento a disposizione delle forze dell'ordine".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza a Vicopisano, Giobbi (LN): "Criminalità problema sottovalutato"

PisaToday è in caricamento