Sabato, 23 Ottobre 2021
Politica

Sicurezza sul lavoro, Ispettorato del Lavoro e Inail saranno ascoltati in Commissione

Approvata la mozione presentata dal gruppo consiliare Diritti in Comune

In occasione della giornata di mobilitazione per la sicurezza sui luoghi di lavoro da parte delle organizzazioni sindacali con un presidio sotto il Comune, chiediamo al sindaco di iniziare a dare attuazione alla mozione presentata dal nostro gruppo consiliare e approvata alla unanimità dal Consiglio comunale dopo la morte di diversi operai e operaie nella nostra Regione dall’inizio dell’anno. Nel documento approvato in primo luogo si dà mandato alla Seconda commissione consiliare permanente di avviare un percorso istruttorio per conoscere lo stato di sicurezza nei luoghi di lavoro sul territorio comunale, prevedendo l’audizione dell’Ispettorato del lavoro e dell’Inail, per "raccogliere le informazioni per il monitoraggio dei livelli di rischiosità e promuovere i valori della salute e della sicurezza negli ambienti di lavoro, anche attraverso iniziative pubbliche e campagne di sensibilizzazione e diffusione della cultura della prevenzione, al fine di dare adeguata informazione ai lavoratori e prevenire le troppe morti".

Inoltre, nella mozione si impegnano il sindaco e la giunta a una serie di azioni: porre il massimo dell’attenzione al tema della sicurezza sul lavoro verificando sicurezza e manutenzione degli ambienti di lavoro anche investendo maggiori risorse nelle varie strutture del Comune e delle società partecipate; coinvolgere maggiormente le RSU, gli RLS e le figure previste dalle normative vigenti del Comune di Pisa e delle società partecipate in merito agli ambienti di lavoro e alle mansioni svolte, con momenti di condivisione, di informazione e di formazione; collaborare e promuovere sinergie con tutti gli attori sociali che, a vario titolo, sostengono e si occupano di azioni per la sensibilizzazione sulla sicurezza nei luoghi di lavoro; realizzare, attraverso la scuola, una formazione orientata a identificare comportamenti rispettosi delle condizioni di sicurezza e salubrità degli ambienti di vita e di lavoro con modalità che prevedano la partecipazione attiva degli studenti.

Non manca infine un forte richiamo nell’atto approvato alla unanimità alla Regione Toscana affinchè sia data centralità e autonomia al settore regionale di Prevenzione e Sicurezza sul lavoro, così da rendere maggiormente efficace l’indirizzo politico regionale volto a ridurre drasticamente gli infortuni e le malattie professionali; chiedendo al contempo che sia "intrapreso un processo di verifica dell’attuale strategia regionale riguardante: i criteri e le procedure di lavoro e di formazione dei lavoratori, in particolare quelli più esposti; un piano di ricerca attiva delle malattie da lavoro; una verifica sullo stato di attuazione della normativa da parte aziendale; un adeguato finanziamento al sistema dei controlli; la promozione di un sistema di formazione diffuso e permanente per i lavoratori e per le imprese, affinché si diffonda la consapevolezza dei rischi e dei loro effetti sulle singole persone e sull’economia complessiva; la previsione di risorse nella formazione finalizzate allo sviluppo di piani territoriali per la salute, in ambiente di lavoro e di vita, da svolgere in collaborazione con gli enti locali".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza sul lavoro, Ispettorato del Lavoro e Inail saranno ascoltati in Commissione

PisaToday è in caricamento