Politica

Sinistra Italiana muove i primi passi a Pisa: assemblea provinciale con Claudio Riccio

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

È nata Sinistra Italiana. Il congresso di Rimini ha concluso la fase costituente del partito, eleggendo con 503 voti a favore, 32 contrari e 28 astenuti il pisano Nicola Fratoianni a segretario. «Io un impegno me lo prendo. Ci riuscirò se insieme saremo capaci di realizzare le parole ‘unità, umiltà, generosità’ ma anche determinazione, necessaria per provarci» ha detto Fratoianni subito dopo la sua elezione. Allo scopo di proseguire nella costruzione del soggetto politico, SI ha lanciato un’assemblea di livello provinciale a Pisa per venerdì 24 febbraio a partire dalle ore 21:00. Al dibattito, che si terrà presso la sede in via Leopoldo Pilla 60, prenderà parte anche Claudio Riccio, 32 anni, pugliese, lavoratore a partita IVA, membro della Direzione nazionale di Sinistra italiana.

Nel dispositivo approvato al termine del congresso, Sinistra italiana annuncia che «consapevole della propria non autosufficienza, vuole condividere [..] un programma dell’alternativa, frutto della partecipazione e del confronto tra esperienze individuali e collettive, al crocevia tra forze politiche e reti sociali, associazioni ed esperienze del civismo e dei movimenti. Un fronte dell’alternativa per cambiare davvero la vita di milioni di persone».

Un progetto politico in campo fin da subito, con alcuni elementi di concretezza. «Per dare corpo e gambe a questa ambizione, partiremo da subito con risorse, radicamento, e progetti di mutualismo: per costruire reti di solidarietà, date risposte ai bisogni, dimostrare di essere utili e a disposizione dei migliori progetti di trasformazione della realtà. Ci prendiamo un impegno: lo faremo a partire da questa (e non un’altra) primavera».

Impegno cardine del nuovo partito è nei prossimi referendum sul lavoro (voucher e norme sugli appalti) promossi dalla CGIL, come indicato dallo stesso segretario nazionale nel suo intervento conclusivo: Sinistra italiana s'impegna a sostenere e costruire i comitati per il SI, con l’obiettivo di combattere le forme più odiose di lavoro povero. «Tra questione sociale e questione democratica, laddove si è scatenata la più radicale offensiva della parte di società che sta in alto contro la parte di società che sta in basso, si profila anche la nostra agenda del cambiamento», scrivono da Rimini. Sinistra italiana raccoglie dunque anche a Pisa l'invito dell'assise nazionale a costruire un'alternativa autonoma e radicale, rilanciando su tutto il territorio interlocuzioni credibili che affondino le proprie radici nei bisogni delle persone e non negli scontri interni al ceto politico.

Sinistra italiana Pisa

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sinistra Italiana muove i primi passi a Pisa: assemblea provinciale con Claudio Riccio

PisaToday è in caricamento