Domenica, 19 Settembre 2021
Politica

Soldi ai dirigenti, aumentano le posizioni organizzative e le consulenze esterne al comune di Pisa

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Il sindacato aveva chiesto al sindaco di devolvere i 35 mila euro dei fuochi di artificio alle popolazioni terremotate ma non c'è stata alcuna risposta

In questi giorni è scoppiata la polemica sui costi dei dirigenti, sulle loro valutazioni con relativi premi

In queste settimane abbiamo contestato numerose decisioni della Giunta entrando nel merito di come vengono gestiti uffici e servizi, dalla delibera sugli impianti sportivi comunali ai nidi e alle materne, dalle posizioni organizzative diventate una sorta di rendita di posizione che resiste ai continui processi di riorganizzazione. Nessuna risposta o replica è mai pervenuta a dimostrazione che questa amministrazione non intende dare risposte esaustive su come vengono gestiti servizi e personale

Pensiamo che al comune di Pisa ci sia personale pagato e capace di dare vita ad una riorganizzazione che risponda alle esigenze dei cittadini e non insegua solo il programma di mandato del sindaco.

La decisione insana di spendere 36 mila euro per  un "servizio esterno  di supporto e tutoring in materia di organizzazione" è un inutile sperpero di soldi perché dipendenti, dirigenti e posizioni organizzative potrebbero fare lo stesso lavoro  e a costo zero

La domanda da porsi è quindi un'altra: perché si vogliono aumentare gli incarichi, con relativi costi, a posizioni organizzative, quando ci si affida all'esterno per una riorganizzazione? Si ricorre alle consulenze esterne per  procedere a ulteriori privatizzazioni con aumento dei costi a carico della cittadinanza?

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Soldi ai dirigenti, aumentano le posizioni organizzative e le consulenze esterne al comune di Pisa

PisaToday è in caricamento