Sabato, 25 Settembre 2021
Politica

Spazi per le scuole, Picchi (Pd): "Il Comune di Pisa faccia la propria parte"

La consigliera comunale critica il sindaco parlando di una mancata collaborazione con la Provincia

La questione della ricerca degli spazi per aule scolastiche, volte ad una sicura e funzionale - per quanto possibile - ripartenza in presenza, è al centro di una nota a firma Olivia Picchi, consigliere comunale Pd e vicepresidente commissione scuola. Difende in primis la Provincia di Pisa, in quanto "non è certo imputabile al presidente Angori la situazione attuale, a lui va il merito di aver affrontato nodi pendenti da anni", bensì a nome del Partito Democratico afferma che "quello che serve, soprattutto in un periodo come questo, è che ognuno faccia la sua parte se si ha davvero a cuore la formazione dei nostri ragazzi. In vista della complicata ripresa Angori ha iniziato un percorso di confronto con le istituzioni cittadine. La richiesta della disponibilità al Comune per gli spazi delle Perodi, che risolverebbe il problema di spazi per il Carducci, è dell'aprile 2021. Da allora non è pervenuta nessuna risposta".

"Non capiamo il silenzio del Comune - attacca - alla luce del fatto che le stesse non sono utilizzate e non abbiamo notizia che sia intenzione di Conti di utilizzarle per altri scopi o altri progetti altrettanto impellenti. Se dalle altre istituzioni coinvolte c'è stato un atteggiamento collaborativo, dal Comune invece non una parola. Ci auguriamo che Conti sottaccia motivazioni valide e che il silenzio non nasconda solo e soltanto motivazioni politiche legate ad uno scontro ormai aperto con la Provincia aperto dall'assessora Munno che ha portato anche alla presentazione di un ricorso al Tar".

"Da aprile sono passati oltre 5 mesi, il tempo per pensare, valutare e scegliere c'è stato - conclude Picchi - chiederemo tutto questo a Conti nel prossimo consiglio. Gli chiederemo se vuol fare il segretario politico della maggioranza, e trasformare tutto in una polemica politica strumentale a un fantomatico consenso o se vuol fare il Sindaco della città e dare una mano, come è suo dovere, a trovare soluzioni".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spazi per le scuole, Picchi (Pd): "Il Comune di Pisa faccia la propria parte"

PisaToday è in caricamento