Politica

Spiaggia di Tirrenia, è scontro politico: la Commissione ribalta dal decisione di Giunta

La Giunta aveva stabilito dei criteri per emettere il bando di gestione, prevedendo il 30% minimo di spiaggia libera ed altre previsioni. L'assenza di confronto con la 4° Commissione ha però generato una spaccatura, scaturita in un voto contrario

Nella riunione di ieri della 4° Commissione attività produttive è stato scontro aperto, con l'istituto che ha votato per la libera fruibilità di tutta la spiaggia ribaltando la decisione di Giunta che, fra i criteri del prossimo bando di gestione, aveva stabilito in una contestata riunione una quota minima di spazio libero al 30%, intendendo quindi riservare gran parte dell'arenile ad attività economica.

"Dopo un'accesa discussione all'interno della maggioranza – ricostruisce la consigliera Elisabetta Zuccaro del M5S – la Commissione ha approvato all'unanimità un atto di indirizzo che contesta la delibera di Giunta, firmata venerdì scorso senza attendere il parere richiesto alla stessa istituzione. Nella votazione la maggioranza si è spaccata clamorosamente: la consigliera Rita Mariotti (in lista per Pisa) e Francesca Del Corso (Pd), entrambe consigliere della maggioranza, hanno votato favorevolmente insieme a me e a Ciccio Auletta (Ucic-Prc), consiglieri di opposizione. Il consigliere Vladimiro Basta (Pd) usciva dall'aula e la consigliera Antonietta Scognamiglio (Pd) dichiarava la propria non partecipazione al voto".

Una netta presa di posizione che sconfessa la precedente decisione dell'Amministrazione. "La Giunta Comunale e il Sindaco Filippeschi – conclude la Zuccaro – dovranno prendere atto della propria sconfitta politica e fare i conti con i paletti posti dal Consiglio Comunale".

"Si critica nel metodo e nel merito la delibera approvata dalla Giunta mercoledì scorso – afferma una nota di 'Una città in Comune-Prc' – nel metodo per la decisione di procedere ad approvare una delibera senza che ancora la commissione si fosse espressa, nonostante il mandato del Consiglio Comunale; nel merito giudicando le indicazioni contenute nel documento 'non in accordo con la mozione approvata dal Consiglio Comunale sull'idea di spiaggia libera attrezzata' e ritenendo che 'potrebbero nuocere a scelte future soprattutto di compatibilità ambientale'".

Adesso quindi la Giunta dovrà "modificare la delibera assunta" la scorsa settimana, con la necessità di "introdurre per qualsiasi gestore l'obbligo a mantenere la possibilità di usufruire dell'intero tratto di arenile in modalità completamente gratuite". Niente più quote riservate o l'obbligo per il futuro gestore di organizzare almeno 3 eventi sportivi al mese.

"Sarebbe molto grave – conclude la nota – se il Sindaco e la Giunta proseguissero sulla strada della delibera che è stata sonoramente bocciata dalla Commissione consiliare. Pur registrando positivamente il voto in commissione di alcune esponenti della maggioranza, Una città in comune darà battaglia finché questo atto di indirizzo verrà applicato e quindi quella spiaggia sia libera per tutti e tutte come la città chiede da mesi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spiaggia di Tirrenia, è scontro politico: la Commissione ribalta dal decisione di Giunta

PisaToday è in caricamento