Politica

Unione Valdera: "Ostaggio di scontro fra correnti di partito"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Il dibattito che si è acceso sul destino dell'Unione Valdera è stato vivace, polemico, appassionato, a tratti feroce. Soprattutto, si è trasformato in uno scontro durissimo tra esponenti di uno stesso partito, il PD. Accuse reciproche, allusioni e rancori che hanno svelato lo stato di dissoluzione della maggiore forza politica locale. Quello che questo dibattito doveva e poteva fare, e così non è stato, è chiarezza, trasparenza, partecipazione.

Chiarezza sui conti. Abbiamo sentito dire che dentro l'Unione un Comune spende di più, anzi no, che si risparmia. E giù accuse reciproche di mentire. E' vero quello che afferma il sindaco di Ponsacco? O hanno ragione il Sindaco di Casciana Terme e il Presidente dell'Unione? E' il momento di chiarire pubblicamente, con dati completi e oggettivi, quanto costa l'Unione e quali risparmi dà.

Trasparenza. Si è tanto parlato di riunioni, incontri, accordi privati poi forse non rispettati. Dove sta l'etica dei nostri amministratori? Perché le scelte e gli accordi non sono pubblici, frutto di un dibattito che coinvolga anche i cittadini sia condiviso nella maniera più ampia possibile? Noi chiediamo con forza di conoscere le modalità di questi incontri, che dovrebbero essere pubblici come le loro conclusioni. E' davvero inaccettabile sentire gli amministratori locali rinfacciarsi il mancato rispetto di determinazioni che ancora non conosciamo.

Partecipazione. Il dibattito e il confronto non possono essere interni ad un solo partito. La crisi dell'Unione Valdera deve essere affrontata come opportunità di ricostruire un percorso condiviso e democratico con la popolazione, che deve essere coinvolta prima di decidere che strada intraprendere. Non dovranno più esistere tavoli e trattative segrete.

Infine, ci spiace notare come questo dibattito si stia trasformando in una resa dei conti funzionale non alle esigenze di una comunità, ma a logiche di partito e congressuali. L'Unione dei Comuni non può essere ostaggio di uno scontro tra correnti di partito.

Il Segretario della Lista Civica Indipendente
Federico Orsini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unione Valdera: "Ostaggio di scontro fra correnti di partito"

PisaToday è in caricamento