Politica

Variante urbanistica per Ikea, Pd: "Risultato di grande importanza"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

L’adozione in Consiglio Comunale della variante urbanistica che renderà possibile l’insediamento di Ikea è un fatto di grande importanza per la città. In tempi difficili come questi, poter parlare di attivazione di investimenti privati (circa 70 milioni di euro) e soprattutto di più di 300 posti di lavoro è cosa rara.  A Pisa , negli ultimi anni, queste cose si sono potute dire spesso e si possono dire con forza anche questa volta.  Proprio ora che il Comune sta facendo tutto il necessario per garantire questo insediamento strategico in tempi europei (diciamolo anche a Barroso!), è importante ricordare che è stato un percorso complesso e condiviso tra le istituzioni ed i cittadini. Per l’area di Porta a Mare è un altro tassello dello sviluppo in atto, che ha visto i cittadini, il Circolo del PD, il Cpt 2 collaborare con spirito costruttivo per trovare le soluzioni migliori, per superare le possibile difficoltà, per permettere che questo insediamento ci fosse e fosse integrato al meglio con il quartiere e con la Città. Per gli Enti Locali è dimostrazione di unità di intenti e di forte collaborazione per ridurre i tempi, ma anche per avere un progetto più adatto al nostro territorio (con una riduzione delle urbanizzazioni previste nell’area del Navicelli di circa 30.000 mq). Il Comune e la Regione hanno voluto Ikea, ma hanno anche saputo dimostrare che la Toscana, le nostre istituzioni, sanno stare  al passo con le sfide e la concorrenza globale. L’ordine del giorno centrato sul lavoro e approvato a larga maggioranza del Consiglio Comunale è il segnale di una chiara condivisione politica delle scelte fin qui fatte.  Ikea a Pisa non viene a caso. Non viene solo perché si è avuta la prontezza di raccogliere una sfida che sembrava ormai persa, non solo perché il progetto è stato rivisto e ridimensionato rispetto a quello iniziale, non solo perché vi era un’area già pronta ad accogliere un insediamento di queste dimensioni, ma perché questo territorio nel suo complesso è in grado di dare un livello qualitativo di servizi che favorisce questi importanti investimenti. Ikea sarà a Pisa, perché Pisa e l’area pisana sono all’altezza di queste sfide. Il Pd per esprimere la sua idea della città ha scelto uno slogan che sembra un teorema: “Pisa è Sviluppo”. Di questo teorema, l’adozione della variante per Ikea ci pare davvero una bella prova.

Marco Magnarosa
Responsabile Economia PD
Unione comunale Pisa

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Variante urbanistica per Ikea, Pd: "Risultato di grande importanza"

PisaToday è in caricamento