rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Politica

Variante urbanistica, via libera dal Consiglio Comunale: 23 voti a favore

Cinque astensioni e quattro contrari nella seduta consiliare, per il resto tutti favorevoli alla variante che prevede tra gli altri punti, la realizzazione del Parco Urbano di Cisanello e la costruzione della Moschea

Approvata poco dopo le 19 in Consiglio Comunale la variante urbanistica cosiddetta 'd’interesse pubblico' presentata questa mattina dal sindaco Marco Filippeschi e dall’assessore Fabrizio Cerri.

Il 'via libera' è arrivato con 23 voti a favore, tutti quelli della maggioranza, cinque astensioni (Rifondazione, Sel, Fli e Udc) e quattro contrari (PdL). Un dibattito serrato e un confronto a tutto tondo quello che si è tenuto nella Sala Regia di Palazzo Gambacorti.
Ecco cosa hanno dichiarato le varie forze politiche.

“L’accoglimento di molte osservazioni legate al Parco Urbano - ha così esordito il capogruppo consiliare Giovanni Garzella (PDL) - risponde alle richieste fatte dal PDL. Rimangono molte perplessità sull’idea complessiva di città e una forte preoccupazione per il futuro del complesso del Concetto Marchesi che con questa variante non trova una  collocazione adeguata”.

“Grande soddisfazione per l'approvazione di questa variante - ha così invece commentato il capogruppo consiliare Ranieri Del Torto (PD) - che cambia il volto della nostra città, valorizzando e razionalizzando il patrimonio pubblico e dà risposte a richieste che venivano da anni come il sottopasso di Putignano ed il parco urbano di Cisanello”.

“La nostra astensione - ha poi aggiunto il capogruppo consiliare Luca Titoni (UDC) - trova la sua giustificazione nella scelta per il Parco Urbano di Cisanello  e l’attenzione per la onlus Stella Maris che si trasferirà in quell’area. Non ci è piaciuto però il piano dei parcheggi e quanto fatto per l’aerea di Via del Brennero, non per l’insediamento in quanto tale ma per la forzatura tecnica”.

“La Giunta  - ha così sottolineato il capogruppo Carlo Scaramuzzino (SEL) - ha accolto le osservazioni sul Parco Urbano di Cisanello. E’ questo un passo importante per la qualità urbana di questo quartiere. Pur mantenendo riserve su molti episodi contenuti sulla variante, il nostro voto, che era stato contrario nella fase di adozione, per questi motivi, è stato invece ora di astensione”.

“Siamo in campagna elettorale" ha detto la consigliera comunale Roberta Luperini (Libertà e futuro), mentre per il consigliere comunale Sandro Gallo (PD) che è anche presidente della commissione comunale urbanistica “consegnamo alla prossima amministrazione un’importante opportunità di crescita sostenibile, di qualità urbana, ambientale e sociale”. “Ci sono aspetti positivi - ha infine detto il consigliere comunale Maurizio Bini (RC) - dal parco urbano di Cisanello alla Moschea, a Via Norvegia e che raccolgono anche nostre sollecitazioni ma anche molte questioni non risolte come, ad esempio, i parcheggi mal collocali che sono quasi tutti nel centro storico”.

Nel dibattito sono intervenuti anche i consiglieri comunali Silvia Silvestri (PDL) “molte sono le questioni che questo atto non risolve”, Marco Bani (PD) “abbiamo dato il via ad una nuova icona della città, dopo la Torre”, Patrizia Bongiovanni (PD), “la scelta è la valorizzazione del paesaggio urbano”.

Dopo la votazione su numerosi emendamenti e ordine del giorno (via Arnino, Via Norvegia, ecc.) tutti approvati, la variante è stata poi approvata appunto con 23 voti a favore, 4 contrari (Roberta Luperini di Liberta e futuro, Silvia Silvestri, Riccardo Buscemi e Filippo Bedini, tutti del PDL) e 5 astenuti, (Maurizio Bini (RC), Sandro Modafferi e Carlo Scaramuzzino di SEL, Luca Titoni (UDC) e Massimo Balzi (FLI)).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Variante urbanistica, via libera dal Consiglio Comunale: 23 voti a favore

PisaToday è in caricamento