Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Politica

Vendita palazzo Ex Telecom: troppo bassa l'offerta presentata da Fondazione Pisa

E' quanto emerso durante la seduta di giovedì del Consiglio comunale. Ucic-Prc: "La decisione conferma che il bando fatto dal Comune, che prevedeva un ribasso fino al 20%, era del tutto anomalo". Presto una nuova gara

L'offerta pervenuta da Fondazione Pisa per l'acquisto del palazzo ex Telecom, l'edificio di proprietà comunale in cui si trovano gli uffici di piazza Facchini, è stata ritenuta non congrua rispetto al valore dell'immobile. E' quanto emerso durante il question time presentato oggi in Consiglio comunale dal consigliere Ciccio Auletta (Ucic-Prc).

"La svendita del Palazzo ex-Telecom - scrive in una nota il gruppo consiliare Ucic-Prc - da parte della maggioranza che sostiene il sindaco Filippeschi si rivela, come abbiamo denunciato in tutte queste settimane, un grandissimo pasticcio. Grazie ad un nostro question time la giunta ha reso noto che il dirigente ha ritenuto non congrua l’unica offerta che è stata presentata".

Un'offerta pari a 5,2 milioni di euro, con un ribasso rispetto al prezzo a base d’asta di 6 milioni e 200 mila euro, pari al 16,3%. "Questa decisione - proseguono Ucic-Prc - conferma che il bando fatto dal Comune, che prevedeva un ribasso fino al 20%, era del tutto anomalo e di conseguenza nessuno si è preso la responsabilità di accogliere un’offerta che poteva prefigurare un danno erariale per il Comune. Una svendita costruita in fretta e furia in Consiglio comunale che si risolve in un nulla di fatto, o meglio: il risultato è quello di aver l’ennesimo palazzo vuoto, mettendo invece gli uffici e il personale in grandissima difficoltà con traslochi non programmati e disagi enormi".

"Purtroppo però - si legge ancora nella nota - l’Amministrazione non sembra castigarsi e prendere atto dei gravi errori commessi, ma anzi annuncia un nuovo bando. Non vorremmo essere facili profeti anche questa volta prevedendo che il prezzo a base d’asta sarà ribassato rispetto ai 6,2 milioni (stima del valore dell’immobile fatta dagli uffici). L’unica cosa sensata sarebbe fermarsi e valutare seriamente un’operazione di svendita che è solo nociva per tutta la città".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendita palazzo Ex Telecom: troppo bassa l'offerta presentata da Fondazione Pisa

PisaToday è in caricamento